Connect with us

Reuters

Ericsson supera le previsioni mentre il 5G decolla

Venerdì Ericsson ha battuto le previsioni sugli utili di base del quarto trimestre, aiutato dalle forti vendite di apparecchiature 5G e dal divieto della rivale cinese Huawei in diversi paesi….

Published

on

STOCCOLMA (Reuters) – Ericsson ha battuto le previsioni sugli utili di base del quarto trimestre venerdì, aiutato dalle forti vendite di apparecchiature 5G e dal divieto della rivale cinese Huawei in diversi paesi.

FILE FOTO: Il logo Ericsson è visibile presso la sede di Ericsson a Stoccolma, Svezia, 14 giugno 2018. REUTERS / Olof Swahnberg

Le azioni della società svedese sono aumentate del 7% nei primi scambi.

Non solo Ericsson vende di più, ma guadagna anche di più da ogni vendita, con margini lordi che aumentano al 40,6% nel trimestre dal 36,8% dell'anno precedente. I margini sono ora ai livelli di un decennio fa, dopo essersi ripresi dal minimo del 20% nel 2017.

In particolare, il core business Reti ha registrato margini al 43,5% dal 41,1% dell'anno precedente, con un aumento delle vendite del 20%.

"La concorrenza nel nostro settore è sempre spietata e il trucco sta nell'essere davanti alla curva dei costi", ha detto a Reuters il direttore finanziario Carl Mellander. "Gran parte del denaro che investiamo in ricerca e sviluppo non solo viene utilizzato per migliorare funzionalità e caratteristiche, ma anche per ridurre la struttura dei costi".

La società ha affermato che il suo margine operativo del 12,5% nel 2020 ha raggiunto la fascia target del gruppo 2022 del 12-14% con due anni di anticipo.

"Gli obiettivi per il 2022 sono semplicemente troppo bassi", ha affermato Christer Gardell, co-fondatore dell'azionista di Ericsson Cevian Capital. "Ericsson ha molto di più da dare."

Secondo le stime di Refinitiv, gli utili operativi trimestrali rettificati della società sono aumentati a 11 miliardi di corone svedesi (1,3 miliardi di dollari) dai 6,5 miliardi di corone dell'anno precedente, battendo la previsione media degli analisti di 8,58 miliardi di corone.

Il fatturato totale è aumentato del 5% a 69,6 miliardi di corone, battendo le stime di 68,35 miliardi di corone.

"Ciò riflette i continui livelli di attività elevati in Nord America e Asia nord-orientale, e anche in Europa, dove abbiamo ulteriormente aumentato la quota di mercato", ha affermato l'amministratore delegato Börje Ekholm.

Il Nordest asiatico include la Cina, dove Ericsson, a differenza della rivale nordica Nokia, ha ottenuto contratti per apparecchiature radio 5G dai tre maggiori operatori di telecomunicazioni cinesi.

Nokia riporta i guadagni la prossima settimana.

Ericsson ha avvertito che la mossa della Svezia di escludere i fornitori cinesi dalle sue reti 5G potrebbe creare problemi in Cina. Ma Mellander ha detto di non aver visto finora un impatto materiale.

Ericsson ha criticato il divieto svedese e ci sono state persino segnalazioni che avrebbe minacciato di lasciare la Svezia per la questione.

Mellander ha negato che si sia parlato di questo. "Rimarremo una società con sede in Svezia", ​​ha detto a Reuters.

($ 1 = 8,3643 corone svedesi)

Segnalazione di Supantha Mukherjee e Helena Soderpalm a Stoccolma. Montaggio di Shri Navaratnam e Mark Potter

solo per telefono per tablet verticale in alto per tablet orizzontale in alto per desktop in largo per desktop ampio

Source: https://www.reuters.com/article/us-ericsson-results/ericsson-tops-forecasts-as-5g-lifts-off-idUSKBN29Y0JJ?il=0

Reuters

Stellantis scommette 30 miliardi di euro sul mercato dei veicoli elettrici

Stellantis (STLA.MI), la casa automobilistica n. 4 al mondo, ha dichiarato giovedì che prevede di investire oltre 30 miliardi di euro (35,54 miliardi di dollari) entro il 2025 nell'elettrificazione della propria gamma di veicoli….

Published

on

Una vista mostra il logo di Stellantis all'ingresso dello stabilimento dell'azienda a Hordain, in Francia, il 7 luglio 2021. REUTERS/Pascal Rossignol/Files

MILANO/DETROIT, 8 luglio (Reuters) – Stellantis (STLA.MI), la casa automobilistica n. 4 al mondo, ha dichiarato giovedì che prevede di investire oltre 30 miliardi di euro (35,54 miliardi di dollari) entro il 2025 nell'elettrificazione della propria gamma di veicoli.

La società, costituita a gennaio dalla fusione della casa automobilistica italo-americana Fiat Chrysler e della francese PSA, ha affermato che la sua strategia sarà supportata da cinque stabilimenti di batterie in Europa e Nord America mentre si prepara a competere con il leader dei veicoli elettrici (EV) Tesla. (TSLA.O) e altre case automobilistiche a livello globale.

"Questo periodo di trasformazione è una meravigliosa opportunità per resettare l'orologio e iniziare una nuova gara", ha dichiarato l'amministratore delegato di Stellantis Carlos Tavares in un webcast durante l'evento "EV Day 2021" dell'azienda. "Il gruppo è a tutta velocità nel suo viaggio di elettrificazione".

Dario Duse, della società di consulenza AlixPartners, ha affermato che i 30 miliardi di euro stanziati per il programma EV sono "un importo cospicuo".

"L'ex gruppo PSA aveva già una buona offerta elettrificata che Stellantis cercherà sicuramente di sfruttare al meglio e anche l'ex FCA ha fatto passi avanti di recente, quindi il grande passo avanti nell'elettrificazione entro il 2025 sembra realizzabile", ha affermato.

Stellantis ha affermato che entro il 2030 punta oltre il 70% delle vendite in Europa e oltre il 40% negli Stati Uniti a veicoli a basse emissioni, sia a batteria che ibridi elettrici. L'obiettivo è rendere il costo totale di proprietà di un veicolo elettrico pari a quello di un modello a benzina entro il 2026.

Ha affermato che tutti e 14 i suoi marchi di veicoli, tra cui Peugeot, Jeep, Ram, Fiat e Opel, offriranno veicoli completamente elettrificati. Un altro obiettivo sarà l'elettrificazione della sua gamma di veicoli commerciali e il lancio di furgoni medi a celle a combustibile a idrogeno entro la fine del 2021.

Stellantis ha dichiarato giovedì che uno dei cinque stabilimenti di batterie sarà presso il suo stabilimento motori a Termoli, in Italia, unendosi agli stabilimenti precedentemente annunciati in Germania e Francia. La casa automobilistica è anche nelle fasi finali per assicurarsi un partner in Nord America. Una fonte ha detto a Reuters che Samsung SDI (06400.KS) potrebbe costruire un impianto di celle a batteria negli Stati Uniti ed è stato in trattative con case automobilistiche, tra cui Stellantis. leggi di più

I partner per le batterie includono Automotive Cells Co, una joint venture di Stellantis con TotalEnergies (TTEF.PA); Contemporanea Amperex Technology Co Ltd (CATL) (300750.SZ), BYD Co Ltd (002594.SZ), SVOLT, Samsung SDI e LG Chem's (051910.KS) LG Energy Solution, consociata interamente di proprietà della batteria.

Stellantis ha affermato di voler garantire oltre 130 gigawattora (GWh) di capacità della batteria entro il 2025 e oltre 260 GWh entro il 2030. Ha affermato di aver firmato memorandum d'intesa con due partner del processo di salamoia geotermica al litio in Nord America ed Europa per garantire le forniture di litio, una materia prima fondamentale per le batterie.

Stellantis ha affermato che mira a ridurre i costi delle batterie di oltre il 40% dal 2020 al 2024 e di oltre un ulteriore 20% entro il 2030. Prevede di utilizzare due tipi di batterie entro il 2024: un'opzione ad alta densità energetica e una al nichel-cobalto. alternativa gratuita. Entro il 2026, intende introdurre batterie a stato solido.

La casa automobilistica ha affermato che i suoi veicoli elettrici saranno costruiti su quattro piattaforme elettriche e avranno un'autonomia da 500 a 800 km (da 300 a 500 miglia) con una singola carica e una capacità di ricarica rapida di 32 km (20 miglia) al minuto.

"Stellantis sembra aver messo in atto abbastanza rapidamente una strategia di piattaforma unificata, stessa cosa per la modularità del gruppo propulsore, che consentirà all'azienda di beneficiare il più rapidamente possibile degli effetti di scala", ha affermato l'analista IHS Romain Gillet, aggiungendo che gli obiettivi dell'azienda sono in linea con i suoi concorrenti.

SINERGIE DI FUSIONE

In un evento strategico separato EV la scorsa settimana, la rivale francese Renault (RENA.PA) ha affermato che il 90% dei suoi modelli principali del marchio sarebbe stato completamente elettrico entro il 2030, mentre in precedenza aveva incluso gli ibridi nel suo obiettivo. leggi di più

La Volkswagen tedesca (VOWG_p.DE), la seconda casa automobilistica al mondo dopo Toyota (7203.T), prevede che i veicoli completamente elettrici rappresenteranno il 55% delle sue vendite totali in Europa entro il 2030 e oltre il 70% delle vendite del suo marchio Volkswagen. leggi di più

General Motors Co (GM.N) ha detto il mese scorso che prevedeva di spendere 35 miliardi di dollari fino al 2025 in veicoli elettrici e a guida autonoma. Ha fissato l'obiettivo di vendere tutte le nuove auto e camion leggeri a emissioni zero entro il 2035. leggi di più

Giovedì scorso, Stellantis ha segnalato che il 2021 è iniziato meglio del previsto nonostante una carenza globale di chip semiconduttori.

Stellantis ha affermato che i suoi margini sugli utili operativi rettificati nella prima metà del 2021 dovrebbero superare un obiettivo annuale compreso tra il 5,5% e il 7,5%, nonostante le perdite di produzione dovute alla crisi dell'offerta di semiconduttori.

Ha affermato che le sinergie derivanti dalla sua fusione erano sulla buona strada per superare l'obiettivo del primo anno e avrebbero contribuito a contribuire a un flusso di cassa positivo per l'intero anno. Stellantis ha promesso sinergie annuali per oltre 5 miliardi di euro (5,9 miliardi di dollari).

Le azioni di Stellantis hanno esteso le perdite dopo l'annuncio dell'EV della casa automobilistica e sono scese di circa il 3,9% a Milano.

(1$ = 0,8442 euro)

Segnalazioni aggiuntive di Clement Martinot, Stephen Jewkes a Milano, Gilles Guillaume a Parigi e Heekyong Yang a Seoul; Montaggio di Agnieszka Flak, David Clarke e Paul Simao

I nostri standard: I principi di fiducia di Thomson Reuters.

"L'ex gruppo PSA aveva già una buona offerta elettrificata che Stellantis cercherà sicuramente di sfruttare al meglio e anche l'ex FCA ha fatto passi avanti di recente, quindi il grande passo avanti nell'elettrificazione entro il 2025 sembra realizzabile", ha affermato.

Source: https://www.reuters.com/business/autos-transportation/stellantis-says-h1-margin-expected-top-annual-target-55-75-2021-07-08/

Continue Reading

Reuters

ESCLUSIVO presidente di Weibo, l'azienda statale ha intenzione di rendere privato Twitter della Cina – fonti

Il presidente di Weibo Corp (WB.O) quotata al Nasdaq e un investitore statale cinese hanno in programma di rendere privata la risposta della Cina a Twitter, hanno detto fonti a Reuters, inviando le sue azioni fino al 50% in più martedì….

Published

on

Lo stand di Sina Weibo è raffigurato alla Beijing International Cultural and Creative Industry Expo, a Pechino, Cina, 29 maggio 2019. REUTERS/Stringer/Files

HONG KONG, 6 luglio (Reuters) – Weibo Corp, quotata al Nasdaq (WB.O) Il presidente e un investitore statale cinese intendono rendere privata la risposta della Cina a Twitter, hanno detto fonti a Reuters, inviando le sue azioni fino al 50% in più martedì.

Un accordo potrebbe valutare Weibo a più di 20 miliardi di dollari, facilitare l'uscita dell'azionista Alibaba e vedere Weibo alla fine rimesso in vendita in Cina per capitalizzare su valutazioni più elevate, hanno detto le fonti.

La holding del presidente Charles Chao New Wave, il principale stakeholder di Weibo, sta collaborando con una società statale con sede a Shanghai per formare un consorzio per l'accordo, hanno affermato tre fonti, senza rivelare l'identità della società statale.

Il consorzio sta cercando di offrire circa $ 90- $ 100 per azione per portare Weibo come privato, hanno detto due delle fonti, rappresentando un premio dell'80%-100% rispetto al prezzo medio di $ 50 del titolo nell'ultimo mese.

Il gruppo mira a finalizzare l'accordo quest'anno, hanno detto.

Weibo ha affermato in una dichiarazione che Chao e un investitore statale in trattative per rendere privata la società non era vero. Ha citato Chao che ha affermato di non aver avuto discussioni con nessuno in merito alla cancellazione della società.

Weibo e Alibaba non hanno risposto alle richieste di Reuters di ulteriori commenti. Chao non ha risposto alla richiesta di commento tramite la società madre di Weibo Sina.

Azioni in Weibo, che gestisce una piattaforma simile a Twitter (TWTR.N), è aumentato di oltre il 50% nel trading pre-mercato dopo il rapporto Reuters. Questi guadagni si sono ridotti a poco più del 6% dopo la campana di apertura.

GUIDA DI PECHINO

Tre fonti separate con conoscenza della questione hanno detto a Reuters che i piani derivano dalla spinta di Pechino ad avere Alibaba Group Holding Ltd (9988.HK) e l'affiliata Ant cedono le loro partecipazioni nei media per tenere a freno la loro influenza sull'opinione pubblica cinese.

Tutte le fonti hanno rifiutato di essere nominate per motivi di riservatezza.

Reuters ha riferito a febbraio che Weibo aveva assunto banche per lavorare su una quotazione secondaria di Hong Kong nell'ultima metà del 2021. Le fonti hanno affermato che questo non è più il piano. leggi di più

Alibaba deteneva il 30% di Weibo a febbraio, secondo il rapporto annuale di quest'ultimo, che alla chiusura di venerdì valeva 3,7 miliardi di dollari.

CRACKDOWN NORMATIVO

Pechino ha cercato di tenere a freno l'impero commerciale Alibaba del miliardario cinese Jack Ma scatenando una serie di indagini e nuove normative dallo scorso anno.

La repressione ha seguito le critiche pubbliche di Ma ai regolatori in un discorso nell'ottobre dello scorso anno e negli ultimi mesi ha travolto il settore Internet cinese che fa girare i soldi.

Il gigante dell'e-commerce Alibaba ha investito in quasi 30 società di media e intrattenimento, tra cui il quotidiano di punta in lingua inglese South China Morning Post di Hong Kong, secondo i dati di Refinitiv.

L'accordo discusso di Chao lo vedrebbe probabilmente uscire da Weibo, hanno detto due delle fonti.

Il piano riflette anche gli sforzi della Cina per rafforzare il controllo sui media privati ​​e sulle attività Internet, hanno aggiunto le fonti.

Anche le società cinesi quotate negli Stati Uniti devono affrontare un controllo più approfondito e requisiti di audit potenzialmente più severi da parte delle autorità di regolamentazione statunitensi, in mezzo alle tensioni politiche tra Pechino e Washington.

Un certo numero di società cinesi ha già rinunciato alle borse statunitensi, diventando privato o tornando ai mercati azionari più vicini a casa tramite una seconda quotazione.

Lo scorso anno sono stati annunciati 16 delisting di società cinesi quotate negli Stati Uniti per un valore di 19 miliardi di dollari, secondo i dati di Dealogic, rispetto a soli cinque di tali accordi per un valore di 8 miliardi di dollari nel 2019.

Martedì il gabinetto cinese ha dichiarato che intensificherà la supervisione delle società quotate offshore citando la necessità di migliorare la regolamentazione dei flussi di dati transfrontalieri e della sicurezza. leggi di più

FORTE CONCORRENZA

Weibo è cresciuto rapidamente dal suo lancio nel 2009 in un mercato in cui Twitter è bloccato dal governo. Più di 500 milioni di cinesi usano Weibo per esprimere opinioni su tutto, dalle soap opera coreane agli ultimi intrighi politici cinesi.

Alibaba ha acquisito una quota del 18% in Weibo nel 2013 tramite un investimento di $ 586 milioni come prima grande mossa nella vendita di pubblicità sui social network cinesi. Da allora ha alzato la posta.

Weibo, che è stata quotata in borsa al Nasdaq nel 2014, ricava la maggior parte delle sue entrate dalla pubblicità online.

Ciò ha preoccupato gli investitori poiché il tasso di crescita della pubblicità online cinese rallenta e Weibo ha anche perso terreno nella concorrenza con altri giganti della tecnologia come ByteDance e Tencent (0700.HK).

Le entrate pubblicitarie e di marketing della società con sede a Pechino sono scese del 3% lo scorso anno a $ 1,5 miliardi.

Le sue azioni sono aumentate del 33% quest'anno, dopo un calo del 12% nel 2020.

Reportage di Julie Zhu e Pei Li a Hong Kong; Montaggio di Sumeet Chatterjee, Jason Neely e David Goodman

I nostri standard: I principi di fiducia di Thomson Reuters.

Il consorzio sta cercando di offrire circa $ 90- $ 100 per azione per portare Weibo come privato, hanno detto due delle fonti, rappresentando un premio dell'80%-100% rispetto al prezzo medio di $ 50 del titolo nell'ultimo mese.

Source: https://www.reuters.com/technology/exclusive-weibo-chairman-state-firm-plan-take-chinas-twitter-private-sources-2021-07-06/

Continue Reading

Reuters

La Germania cerca di bandire i viaggiatori britannici dall'UE – The Times

La Germania tenterà di bandire i viaggiatori britannici dall'Unione Europea indipendentemente dal fatto che abbiano o meno un vaccino COVID-19, secondo quanto riportato dal Times lunedì….

Published

on

I passeggeri camminano nell'area partenze del Terminal 5 dell'aeroporto di Heathrow a Londra, Gran Bretagna, 10 giugno 2021. REUTERS/Hannah McKay

28 giugno (Reuters) – La Germania tenterà di bandire i viaggiatori britannici dall'Unione Europea indipendentemente dal fatto che abbiano o meno ricevuto un vaccino contro il COVID-19, The Times segnalato di lunedi.

Il cancelliere tedesco vuole designare la Gran Bretagna come "paese preoccupante" perché la variante Delta del coronavirus è così diffusa, ha affermato il giornale.

I piani saranno discussi da alti funzionari europei e nazionali nel comitato integrato di risposta alle crisi politiche dell'UE e troveranno resistenza Grecia, Spagna, Cipro, Malta e Portogallo, ha aggiunto il quotidiano.

La cancelliera tedesca Angela Merkel incontrerà il primo ministro britannico Boris Johnson a Checkers la prossima settimana.

La Gran Bretagna prevede di svelare i piani il prossimo mese per consentire alle persone completamente vaccinate di viaggiare senza restrizioni in tutti i paesi tranne quelli con il più alto rischio COVID-19. leggi di più

Segnalazione da parte dell'appaltatore di Sabahatjahan a Bengaluru; Montaggio di Himani Sarkar

I nostri standard: I principi di fiducia di Thomson Reuters.

La cancelliera tedesca Angela Merkel incontrerà il primo ministro britannico Boris Johnson a Checkers la prossima settimana.

Source: https://www.reuters.com/world/europe/germany-seeks-ban-british-travellers-eu-covid-19-variant-worries-times-2021-06-27/

Continue Reading

Trending