Connect with us

Catena di fornitura

I leader Quad, inclusa l'India, concordano su una catena di approvvigionamento "sicuro e protetto" della tecnologia dei microchip

Il 24 settembre il presidente degli Stati Uniti Joe Biden prenderà parte al primo vertice di persona dei Quad Leaders alla Casa Bianca insieme a India, Australia e Giappone….

Published

on

I leader delle nazioni Quad hanno deciso di lavorare insieme per creare una catena di approvvigionamento sicura per i semiconduttori prima del Quad Summit programma la prossima settimana a Washington. La decisione indica indirettamente il fatto che il quadro delle quattro nazioni non vede l'ora di ampliare il suo campo di applicazione contro Cina nell'Indo-Pacifico.

Secondo il rapporto pubblicato sul sito web del quotidiano Nikkei, le nazioni potrebbero presto confermare catene di fornitura tecnologiche resilienti, diversificate e sicure per hardware, software e servizi che sono della massima importanza per il loro interesse nazionale. Inoltre, Nikkei ha avuto accesso anche a una dichiarazione congiunta, che fornisce ulteriori dettagli sul principio comune da applicare per lo sviluppo tecnologico.

Dice che la tecnologia deve essere progettata e sviluppata in modo tale da essere modellata e condivisa dai paesi sui valori democratici.

La dichiarazione non cita direttamente la Cina, ma in un riferimento indiretto al suo uso inappropriato della tecnologia, la dichiarazione sottolinea le sfide in corso riguardanti il ​​trasferimento illecito e il furto di tecnologia che mina le fondamenta dello sviluppo tecnologico.

Quad Nations sulla tecnologia per la produzione di microchip

Secondo la dichiarazione, i paesi non vedono l'ora di lanciare un'iniziativa congiunta per determinare la loro capacità e identificare la loro vulnerabilità nella sicurezza della catena di approvvigionamento per i semiconduttori. Nel frattempo, gli Stati Uniti e il Giappone hanno solo il 30% della capacità di produzione di chip. D'altra parte, l'Australia e l'India non hanno ancora nessun produttore di chip leader e l'India dipende fortemente dalla Cina per lo stesso.

Quad Summit

In precedenza, il 14 settembre, il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha annunciato il primo vertice di Quad Leaders di persona alla Casa Bianca il 24 settembre. Per il vertice, Biden ospiterà il primo ministro indiano Narendra Modi, il primo ministro australiano Scott Morrison e il primo ministro giapponese Yoshihide Suga. Lo ha annunciato il segretario stampa della Casa Bianca Jen Psaki in una nota. Questo sarebbe il primo Quad Summit faccia a faccia dopo che i leader del Quad hanno tenuto un incontro virtuale a marzo.

Nel frattempo, il Quad Summit si concentrerà sull'approfondimento dei legami e sul miglioramento della cooperazione pratica in aree come la lotta alla pandemia di COVID che ha scosso il mondo dal 2020.

Immagine: AP/PTI

Source: https://www.republicworld.com/world-news/rest-of-the-world-news/quad-leaders-including-india-agree-on-a-safe-and-secure-supply-chain-of-microchip-tech.html

Catena di fornitura

Uno strumento di intelligenza artificiale sta aiutando i rivenditori e i produttori a superare le festività simulando i problemi della catena di approvvigionamento prima che si verifichino

Le grandi aziende utilizzano i gemelli digitali, simulazioni basate sull'intelligenza artificiale, per prevedere le interruzioni delle loro catene di approvvigionamento e come affrontarle al meglio….

Published

on

  • I gemelli digitali vengono utilizzati dalle aziende per eseguire simulazioni e identificare i problemi prima che si verifichino.
  • Le aziende utilizzano i gemelli digitali per testare le proprie catene di approvvigionamento, Report di revisione della tecnologia.
  • I gemelli digitali utilizzano i dati sui social media, sui consumatori e sui fattori globali per eseguire simulazioni.

Caricamento Qualcosa si sta caricando.

Mentre le interruzioni della catena di approvvigionamento colpiscono le industrie di tutto il mondo prima delle festività natalizie, uno strumento di simulazione basato sull'intelligenza artificiale (AI) ha il potere di aiutare le aziende a prevedere le interruzioni delle loro catene di approvvigionamento e a minimizzarne gli effetti, secondo MIT Technology Review.

I gemelli digitali sono rappresentazioni virtuali di oggetti o sistemi del mondo reale, come le catene di approvvigionamento globali, che vengono utilizzate per eseguire simulazioni e identificare i problemi prima che si verifichino. Direttore del laboratorio di scienza dei dati del MIT David Simchi-Levi ha detto a Technology Review che un numero crescente di aziende utilizza questo strumento per mettere alla prova le proprie catene di approvvigionamento.

"E se ci fosse una siccità a Taiwan e la scarsità d'acqua interrompesse la produzione di microchip? Un gemello digitale potrebbe prevedere il rischio che ciò accada, tracciare l'impatto che avrebbe sulla catena di approvvigionamento e, utilizzando l'apprendimento per rinforzo, suggerire quali azioni intraprendere per ridurre al minimo i danni" Report di revisione della tecnologia.

Dal comportamento dei consumatori alle implicazioni geopolitiche e alle tendenze dei social media, i gemelli digitali utilizzano grandi quantità di dati su una varietà di fattori per eseguire simulazioni, che addestrano le loro IA ad analizzare i dati e fare previsioni, secondo Technology Review.

Per esempio, Produttore britannico di beni di consumo Unilever PLC possiede oltre 400 marchi e offre i suoi prodotti in più di 190 paesi. La società ha collaborato con Microsoft nel 2019 per creare gemelli digitali dei suoi 300 stabilimenti globali per ottimizzare il loro funzionamento, Lo ha riferito il Wall Street Journal.

È stato creato un gemello digitale pilota per una struttura Unilever a Valinhos, in Brasile, che ha consentito all'azienda di risparmiare $ 2,8 milioni di dollari riducendo il consumo di energia e aumentando la produttività, la società ha detto a WSJ.

Sebbene siano principalmente le grandi aziende che attualmente utilizzano la tecnologia, Simchi-Levi ha detto a Technology Review che con un milione di dollari e 18 mesi un'azienda potrebbe godere di "molti dei vantaggi" dei gemelli digitali.

Mentre le interruzioni della catena di approvvigionamento colpiscono le industrie di tutto il mondo prima delle festività natalizie, uno strumento di simulazione basato sull'intelligenza artificiale (AI) ha il potere di aiutare le aziende a prevedere le interruzioni delle loro catene di approvvigionamento e a minimizzarne gli effetti, secondo MIT Technology Review.

Source: https://www.businessinsider.com/artificial-intelligence-digital-twin-retailers-manufacturers-supply-chain-disruption-prediction-2021-10?op=1

Continue Reading

Catena di fornitura

Rapporto: filiera eolica offshore del valore di 109 miliardi di dollari in 10 anni

Un gruppo che studia l'economia dell'energia eolica offshore negli Stati Uniti afferma che la costruzione e la gestione della nascente industria varranno 109 miliardi di dollari per le imprese della sua catena di approvvigionamento nei prossimi 10 anni….

Published

on

FILE - Le turbine eoliche girano per generare <a class=energia elettrica ad Atlantic City, NJ, mercoledì 17 febbraio 2021. Un rapporto pubblicato martedì 12 ottobre da un gruppo che studia l'economia dell'industria eolica offshore prevede che la catena di approvvigionamento del settore vale 109 miliardi di dollari nel prossimo decennio. (Foto AP/Ted Shaffrey, File)”>

FILE – Le turbine eoliche girano per generare energia elettrica ad Atlantic City, NJ, mercoledì 17 febbraio 2021. Un rapporto pubblicato martedì 12 ottobre da un gruppo che studia l'economia dell'industria eolica offshore prevede che la catena di approvvigionamento del settore vale 109 miliardi di dollari nel prossimo decennio. (AP Photo/Ted Shaffrey, File) (Copyright 2021 The Associated Press. Tutti i diritti riservati.)

ATLANTIC CITY, N.J. – Un gruppo che studia l'economia dell'energia eolica offshore negli Stati Uniti afferma che la costruzione e la gestione della nascente industria varranno 109 miliardi di dollari per le imprese della sua catena di approvvigionamento nei prossimi 10 anni.

Il rapporto della Special Initiative on Offshore Wind arriva mentre gli stati di entrambe le coste e del Golfo del Messico si stanno muovendo per entrare o espandere il loro ruolo nel settore e stanno prendendo decisioni cruciali su cosa spendere e dove spenderlo.

Diversi stati, incluso il New Jersey, vogliono diventare il fulcro della catena di approvvigionamento che supporterà l'energia eolica offshore negli Stati Uniti, pianificando e costruendo siti di supporto onshore per la produzione di pale di turbine e altri componenti dell'energia eolica.

Il gruppo, affiliato con l'Università del Delaware, ha stimato il mercato a 70 miliardi di dollari solo due anni fa, ma ha aggiornato le sue stime man mano che il settore continua a crescere rapidamente.

Un avvertimento: il rapporto rileva che la maggior parte dei componenti iniziali da utilizzare per i progetti eolici offshore statunitensi proverrà dall'Europa. Non tenta di prevedere quando o dove potrebbe verificarsi un cambiamento.

Gli Stati Uniti hanno fissato l'obiettivo di generare 30 gigawatt di energia dall'eolico offshore entro il 2030, abbastanza per alimentare oltre 10 milioni di case.

La spesa per la catena di approvvigionamento sta già avvenendo.

Venerdì, Orsted ed Eversource hanno firmato un contratto per la catena di approvvigionamento da $ 86 milioni con Riggs Distler & Company, Inc. per costruire componenti di fondazione per turbine eoliche per il progetto Sunrise Wind di New York al largo di Montauk Point a Long Island che sarà in grado di alimentare 600.000 case.

Ad agosto, queste due società hanno anche firmato un accordo con Kiewit Offshore Services per la prima sottostazione eolica offshore costruita in America, che farà parte dello stesso progetto di Long Island. La sottostazione sarà costruita a Ingleside, in Texas, vicino a Corpus Christi.

"Questi investimenti sono stati una visione per molto tempo, ma oggi stanno diventando una realtà", ha affermato Tory Mazzola, portavoce di Orsted.

Il New Jersey ha spesso affermato di voler essere l'hub della costa orientale per l'eolico offshore e sta costruendo impianti di produzione e assemblaggio onshore che spera vengano utilizzati da molti progetti.

"Riteniamo che l'industria eolica offshore porterà miliardi di dollari nel New Jersey", ha affermato Joseph Fiordaliso, presidente del Board of Public Utilities. "Sono un sacco di soldi, certo."

Le spese previste nel rapporto includono quasi 44 miliardi di dollari per 2.057 turbine eoliche offshore e torri; 17 miliardi di dollari su 2.110 fondazioni di turbine e sottostazioni offshore; quasi 13 miliardi di dollari su quasi 5.000 miglia (8.000 chilometri) di cavi; 10,3 miliardi di dollari su 53 sottostazioni on e off-shore; oltre ad altri costi di costruzione e di esercizio.

Proietta inoltre la quantità di energia che gli stati genereranno dall'eolico offshore entro il 2030. Si prevede che New York avrà 9.314 megawatt; New Jersey per avere 7.558; Massachusetts per avere 5.604; Virginia per avere 5.200; Connecticut per avere 2.108; Maryland per avere 1.568; e Rhode Island per avere 1.000.

Attualmente, in quegli stati sono sotto contratto 8.000 megawatt di potenza.

“Collettivamente, questi impegni statali equivalgono alla capacità elettrica di 32 grandi centrali nucleari, una spesa straordinaria (spese in conto capitale) che richiede molti fornitori”, si legge nel rapporto.

L'iniziativa si descrive come un progetto indipendente presso il College of Earth, Ocean and Environment dell'Università del Delaware che supporta il progresso dell'eolico offshore. Riceve finanziamenti da organizzazioni tra cui il Rockefeller Brothers Fund.

L'energia eolica offshore è vista come un modo per combattere il cambiamento climatico fornendo al mondo energia più pulita. In un forum ad Atlantic City la scorsa settimana sull'eolico offshore, il commissario per la protezione ambientale del New Jersey ha affermato che l'industria avrà impatti negativi e benefici, e ha affermato che sono necessari molti più studi sul suo impatto sull'oceano e sulla vita marina.

___

Segui Wayne Parry su http://twitter.com/WayneParryAC

Copyright 2021 The Associated Press. Tutti i diritti riservati. Questo materiale non può essere pubblicato, trasmesso, riscritto o ridistribuito senza autorizzazione.

Il gruppo, affiliato con l'Università del Delaware, ha stimato il mercato a 70 miliardi di dollari solo due anni fa, ma ha aggiornato le sue stime man mano che il settore continua a crescere rapidamente.

Source: https://www.news4jax.com/business/2021/10/12/report-offshore-wind-supply-chain-worth-109b-over-10-years/

Continue Reading

Catena di fornitura

Problemi della catena di approvvigionamento e maltempo dietro l'aumento dei prezzi dei generi alimentari, dicono gli esperti

TORONTO – Portare a casa la pancetta è più costoso che mai in Canada e potrebbe diventare ancora più costoso col passare del tempo. "Sta salendo circa…

Published

on

TORONTO —
Portare a casa la pancetta è più costoso che mai in Canada e potrebbe diventare ancora più costoso con il passare del tempo.

"È aumentato di circa il 15-20 percento, direi, durante l'estate", ha detto a CTV News il macellaio e chef Peter Sanagan.

Statistics Canada ha riferito ad agosto che una confezione di pancetta da 500 grammi, in media, aveva ha superato la soglia di $8 per la prima volta.

Ma l'aumento di prezzo non si limita alla pancetta. Gli esperti hanno notato che anche il costo di pollo, manzo e maiale è aumentato.

"Il manzo è aumentato di almeno il 12%", ha detto a CTV News Sylvain Charlesbois, direttore dell'Agri-Food Analytics Lab della Dalhousie University di Halifax. "Alcuni tagli sono aumentati del 30%".

Problemi di filiera e maltempo sono i principali responsabili dei prezzi gonfiati, secondo una ricerca del laboratorio alimentare Dalhousie. La pandemia di COVID-19 ha portato a misure di sicurezza più solide e alla chiusura di strutture e confini, che ha colpito ogni sezione della catena, dalla fattoria alla tavola.

Inoltre, i maggiori costi di trasporto e carburante hanno aumentato i prezzi. Anche gli incendi e la siccità in tutto l'emisfero settentrionale hanno colpito i raccolti, determinando un aumento dei prezzi dei mangimi per il bestiame.

"Il problema più grande con cui stiamo lavorando in questo momento è un aumento del prezzo dei mangimi per i nostri polli di circa il 20%", ha detto a CTV News Melanie Boldt di Pine View Farms. "Questo è un costo che dobbiamo capire come assorbire e cosa fare".

I canadesi hanno già iniziato ad adattarsi cambiando le loro abitudini di acquisto.

In un sondaggio degli oltre 10.000 canadesi condotti dal laboratorio alimentare Dalhousie, quasi la metà degli intervistati ha dichiarato di aver ridotto gli acquisti di carne negli ultimi sei mesi a causa dell'aumento dei prezzi.

Inoltre, il sondaggio ha rilevato che più canadesi stanno acquistando prodotti a marchio del negozio e controllando i volantini settimanali per le offerte.

"Inoltre, i canadesi usano i coupon molto più spesso", ha detto Charlesbois.

Quattro persone su 10 hanno affermato che, rispetto allo scorso anno, ora sono più spesso alla ricerca di cibo a prezzi ridotti perché vicino alla data di scadenza.

Source: https://nypressnews.com/news/business/supply-chain-issues-and-bad-weather-behind-soaring-grocery-prices-experts-say/

Continue Reading

Trending