Connect with us

Techcrunch

I magazzinieri di Amazon iniziano il voto storico per sindacalizzarsi: TechCrunch

Venerdì, il National Labour Relations Board ha respinto il tentativo di Amazon di ritardare un voto sindacale che inizierà lunedì 8 febbraio. Per molti, l'offerta del gigante online è stata vista come una tattica di stallo, inclusa una mozione per chiedere che i voti si svolgano di persona. – un chiaro rischio per la salute, poiché il virus COVID-19 rappresenta ancora un […]…

Published

on

Venerdì, il National Labour Relations Board ha respinto il tentativo di Amazon di ritardare un voto sindacale che inizierà lunedì 8 febbraio. Per molti, l'offerta del gigante online è stata vista come una tattica di stallo, inclusa una mozione per chiedere che i voti si svolgano di persona. – un chiaro rischio per la salute, poiché il virus COVID-19 rappresenta ancora una grave minaccia negli Stati Uniti e nel mondo.

"Ancora una volta i lavoratori di Amazon hanno vinto un'altra battaglia nel loro tentativo di conquistare una voce sindacale", ha detto il presidente del sindacato Retail, Wholesale e Department Store Stuart Appelbaum in una dichiarazione riguardante la decisione dell'NLRB. "Il palese disprezzo di Amazon per la salute e la sicurezza della propria forza lavoro è stato dimostrato ancora una volta dalla sua insistenza per un'elezione di persona nel bel mezzo della pandemia. La decisione odierna dimostra che è da molto tempo che Amazon inizi a rispettare i propri dipendenti; e consentire loro di esprimere il proprio voto senza intimidazioni e interferenze ".

Amazon, tuttavia, si è detta delusa dalla decisione perché va contro l'obiettivo della società di far votare il maggior numero di persone possibile alle elezioni, ha detto la portavoce di Amazon Heather Knox in una dichiarazione a TechCrunch.

"Anche il National Labour Relations Board riconosce che il tasso di partecipazione dei dipendenti alle proprie elezioni condotte con votazioni per corrispondenza è inferiore del 20-30% rispetto al tasso di partecipazione per il voto di persona", ha affermato Knox. “Amazon ha proposto un processo di elezione in loco sicuro convalidato da esperti di COVID-19 che avrebbe consentito ai nostri associati di votare durante e durante i turni già programmati. Continueremo a insistere su misure per un'elezione eque che consentano di ascoltare la maggior parte delle voci dei nostri dipendenti ".

Ora, il processo di votazione per corrispondenza continuerà come pianificato e alla fine determinerà se il magazzino di Amazon in Alabama, che impiega circa 6.000 dipendenti, entrerà a far parte della RWDSU, un'affiliata AFL-CIO operativa dal 1937. La mossa rappresenterebbe un importante momento di svolta per Amazon. forza lavoro operai – e potrebbe stimolare un sindacato simile tra i circa 110 centri logistici che l'azienda opera negli Stati Uniti

Il voto arriva in mezzo a un cambiamento epocale sia per i colletti blu che per i colletti bianchi in un settore tecnologico che tradizionalmente ha rifiutato tali movimenti. Esempi recenti degni di nota includono un gruppo di contratti Google a Pittsburgh, seguito dal lancio di quest'anno di un'Unione dei lavoratori dell'alfabeto che include più di 800 dipendenti. Lo scorso febbraio, Kickstarter ha votato per sindacalizzare la sua forza lavoro, seguita dalla piattaforma di sviluppo Glitch il mese successivo.

I sindacati, che agiscono come intermediari tra i lavoratori ei loro datori di lavoro, sostengono a nome dei dipendenti migliori salari, condizioni di lavoro e altri benefici attraverso la contrattazione collettiva. Anche se iscriversi a un sindacato costa denaro, i lavoratori sindacalizzati tendono a guadagnare salari più alti rispetto ai loro omologhi non sindacalizzati. Tra i lavoratori salariati e salariati a tempo pieno, i membri del sindacato avevano una retribuzione settimanale media di $ 1.144, rispetto ai $ 958 per i membri non sindacali nel 2020, secondo il Bureau of Labor Statistics degli Stati Uniti.

Spesso questi sindacati sono il prodotto di mesi o anni di pianificazione dietro le quinte, probabilmente non una sorpresa per chi possiede una conoscenza di base della storia del lavoro negli Stati Uniti. La formazione di un'unione amazzonica rappresenterebbe una mossa storica per il lavoro e la tecnologia negli Stati Uniti, un potenziale risultato che l'azienda ha cercato di fermare sul suo cammino.

Oltre a cercare di ritardare il voto, Amazon è anche andata all-in cercando di convincere i suoi lavoratori a Bessemer a non votare per il sindacato. Di Amazon Sito Web Fallo senza quote incoraggia i lavoratori a mantenere le cose come stanno, invece di dover pagare le quote sindacali.

"Se stai pagando le quote … sarà restrittivo, il che significa che non sarà facile essere utili e social tra loro", afferma il sito. "Quindi sii un agente, sii amichevole e porta a termine le cose invece di pagare i debiti."

Nel frattempo, i lavoratori si sono lamentati del fatto che le tattiche anti-sindacali di Amazon sono eccessive. Un lavoratore ha detto al Washington Post sono stati bombardati da messaggi anti-sindacali nel bagno.

Amazon ha aperto il magazzino Bessemer nel marzo 2020 e afferma di aver creato più di 5.000 posti di lavoro a tempo pieno a partire da una paga di 15,30 dollari l'ora, tra cui assistenza sanitaria, vista e assicurazione dentale e una corrispondenza del 50% 401 (K), ha detto Knox. Ha descritto l'ambiente di lavoro come "sicuro" e "innovativo" e ha aggiunto: "Lavoriamo duramente per supportare i nostri team e oltre il 90% dei dipendenti del nostro sito Bessemer afferma che consiglierebbe Amazon come un buon posto in cui lavorare ai propri amici . "

Ma la storia del lavoro di Amazon è stata irregolare. L'azienda è stata spesso criticata per il trattamento riservato ai lavoratori, in particolare quelli della logistica e delle spedizioni, come i 6.000 attualmente impiegati nel suo centro logistico in Alabama. Molti di questi problemi sono stati amplificati nel corso del 2020, poiché i dipendenti di Amazon sono stati considerati "lavoratori essenziali" nei primi giorni dell'arrivo della pandemia negli Stati Uniti.

A novembre, l'ex impiegato del magazzino Christian Smalls ha intentato una causa contro la società, citando la mancata fornitura ai lavoratori di DPI adeguati durante la pandemia.

"Ero un lavoratore leale e ho dato tutto me stesso ad Amazon fino a quando non sono stato licenziato senza tante cerimonie e gettato da parte come la spazzatura di ieri perché ho insistito che Amazon proteggesse i suoi lavoratori dedicati dal COVID-19", ha detto Smalls all'epoca. "Volevo solo che Amazon fornisse dispositivi di protezione di base ai lavoratori e disinfettasse il posto di lavoro".

Smalls è stato licenziato lo scorso marzo dopo aver organizzato uno sciopero in un centro logistico di Staten Island. Un portavoce della società ha dichiarato a TechCrunch di essere stato licenziato dopo "aver messo a rischio la salute e la sicurezza degli altri e aver violato i suoi termini di impiego".

In Aprile, i dipendenti Emily Cunningham e Maren Costa sono stati licenziati per "violare ripetutamente le politiche interne", secondo l'azienda. I due hanno criticato apertamente il trattamento riservato dalla società ai dipendenti del magazzino, critiche che sono venute al culmine durante la pandemia.

Poi, a settembre, rapporti emersi che Amazon stava cercando di assumere un analista dell'intelligence. Nello specifico, Amazon in un annuncio di lavoro ha affermato che stava cercando qualcuno che informasse i superiori e gli avvocati "su argomenti sensibili che sono altamente riservati, comprese le minacce di organizzazione del lavoro contro l'azienda".

Amazon ha prontamente ritirato quel posto di lavoro, dicendo che "non era una descrizione accurata del ruolo – è stato fatto per errore e da allora è stato corretto", ha detto la portavoce di Amazon Maria Boschetti in una dichiarazione a TechCrunch in quel momento.

Sebbene Amazon non abbia fornito una descrizione specifica rivista, la società ha affermato che il ruolo è inteso a supportare il suo team di analisti che si concentrano su eventi esterni, come il tempo, grandi riunioni della comunità o altri eventi che hanno il potenziale per interrompere il traffico o influire sulla sicurezza e sicurezza dei suoi edifici e delle persone che lavorano in quegli edifici.

Tuttavia, quello stesso giorno, Vice ha riferito che Amazon ha spiato i lavoratori da anni monitorare potenziali scioperi o proteste. Da allora Amazon ha affermato che smetterà di utilizzare il suo strumento di monitoraggio dei social media.

"Abbiamo una varietà di modi per raccogliere il feedback dei conducenti e abbiamo team che lavorano ogni giorno per garantire che stiamo sostenendo di migliorare l'esperienza del conducente, in particolare ascoltando direttamente i conducenti", ha detto Boschetti in una nota. "Dopo essere stati informati, abbiamo scoperto un gruppo all'interno del nostro team di consegna che stava aggregando informazioni da gruppi chiusi. Mentre cercavano di supportare i conducenti, quell'approccio non soddisfa i nostri standard e non lo fanno più poiché abbiamo altri modi in cui i conducenti possono darci il loro feedback ".

Facendo parte del sindacato, i lavoratori di Amazon sperano di ottenere il diritto di contrattare collettivamente le loro condizioni di lavoro, come standard di sicurezza, paga, pause e altre questioni. La sindacalizzazione consentirebbe anche ai lavoratori di diventare potenzialmente dipendenti della "giusta causa" rispetto a quelli che vogliono, a seconda di come vanno i negoziati.

"Amazon rappresenta una minaccia per il tessuto stesso della società e il contratto sociale che lavoriamo per sostenere per tutti i lavoratori", affermano gli organizzatori sindacali sul loro sito. "Aziende come Amazon hanno costruito decenni di attacchi sempre più audaci e aggressivi ai diritti dei lavoratori che hanno drasticamente eroso la densità sindacale, danneggiato le condizioni di lavoro e abbassato il tenore di vita di molti lavoratori. E non si ferma. La RWDSU si è sempre opposta alle società anti-operaie e anti-sindacali. Il nostro sindacato non si tirerà indietro fino a quando Amazon non sarà ritenuta responsabile per queste e tante altre pratiche di lavoro pericolose ".

Il voto per corrispondenza termina il 29 marzo, con l'NLRB impostato per iniziare il conteggio delle schede elettorali il giorno successivo su una piattaforma virtuale. Ogni festa potrà avere quattro persone che assistono al conteggio.

TechCrunch ha contattato Amazon e aggiornerà questa storia se ci sentiamo di nuovo.

"Anche il National Labour Relations Board riconosce che il tasso di partecipazione dei dipendenti alle proprie elezioni condotte con votazioni per corrispondenza è inferiore del 20-30% rispetto al tasso di partecipazione per il voto di persona", ha affermato Knox. “Amazon ha proposto un processo di elezione in loco sicuro convalidato da esperti di COVID-19 che avrebbe consentito ai nostri associati di votare durante e durante i turni già programmati. Continueremo a insistere su misure per un'elezione eque che consentano di ascoltare la maggior parte delle voci dei nostri dipendenti ".

Source: https://techcrunch.com/2021/02/07/amazon-warehouse-workers-begin-historic-vote-to-unionize/

Techcrunch

Toyota collabora con ENEOS per esplorare una città tessuta alimentata a idrogeno: TechCrunch

Toyota ha contattato la società giapponese Eneos per aiutare a sviluppare il sistema di celle a combustibile a idrogeno che alimenterà la sua futuristica città prototipo Woven City. La visione per la città di 175 acri, dove le persone vivranno e lavoreranno tra tutti i progetti di Toyota, compresi i suoi robot e navette e-Palette autonome, è quella di costruire un ecosistema completamente connesso alimentato […]…

Published

on

Toyota ha contattato la società giapponese Eneos per aiutare a sviluppare il sistema di celle a combustibile a idrogeno che alimenterà la sua futuristica città prototipo Woven City.

La visione per la città di 175 acri, dove le persone vivranno e lavoreranno tra tutti i progetti di Toyota, compresi i suoi robot e navette e-Palette autonome, è quella di costruire un ecosistema completamente connesso alimentato da celle a combustibile a idrogeno.

Woven Planet, la filiale focalizzata sull'innovazione di Toyota che è responsabile del progetto, ha annunciato lunedì che ENEOS, una compagnia petrolifera giapponese che sta investendo pesantemente nell'idrogeno, contribuirà a rendere Toyota la città del futuro "incentrata sull'uomo". Questa nuova partnership non significa solo il sostegno di Toyota all'idrogeno rispetto all'elettrico, ma potrebbe anche aiutare il Giappone a raggiungere la neutralità del carbonio entro il 2050.

Le due società lavoreranno insieme per testare la fattibilità di una catena di approvvigionamento basata sull'idrogeno, dalla produzione, alla consegna, all'utilizzo. Per facilitare ciò, ENEOS promuoverà i suoi sviluppi tecnologici nella produzione di idrogeno al fine di ottenere una catena di approvvigionamento completamente priva di carbonio.

"In qualità di principale azienda energetica integrata del Giappone, ENEOS ha dimostrato la sua preziosa esperienza in tutti i processi vitali dalla produzione di idrogeno alle vendite e siamo fiduciosi che abbiano la prospettiva olistica di cui abbiamo bisogno per il successo", ha affermato Akio Toyoda, presidente e CEO di Toyota Motor Corporation, in una dichiarazione. "Per realizzare una società basata sull'idrogeno, oltre all'evoluzione delle singole tecnologie, è essenziale integrare perfettamente tutti i processi di produzione, consegna e utilizzo".

Toyota sta posizionando l'idrogeno come la principale fonte di energia pulita praticabile per il futuro con questa partnership, sebbene abbia sicuramente più veicoli elettrici sul mercato dell'idrogeno, tra cui tre nuovi quest'anno. La sua iconica auto alimentata a celle a combustibile a idrogeno, la Toyota Mirai, ha visto un aggiornamento nel 2021 ed è la stessa tecnologia utilizzata da Toyota nel suo trattore Kenworth T680.

Nell'ambito della sua partnership con Woven City, ENEOS utilizzerà la sua esperienza nel gestire 45 stazioni di rifornimento di idrogeno commerciali nelle quattro principali aree metropolitane del Giappone per stabilirne una fuori da Woven City. La società dovrebbe anche produrre idrogeno derivato da fonti rinnovabili, aiutare a installare generatori fissi di celle a combustibile all'interno di Woven City e collaborare con Toyota per ricercare la fornitura di idrogeno.

"Crediamo che l'energia dell'idrogeno giocherà un ruolo fondamentale nella realizzazione della neutralità del carbonio su scala globale", ha detto in una dichiarazione Katsuyuki Ota, presidente di ENEOS. "Lavorando insieme a Toyota per esplorare appieno il potenziale dell'idrogeno, crediamo di poter dare un contributo significativo alla creazione di nuovi stili di vita basati sull'idrogeno".

La costruzione del sito di Woven City a Susono City, nella prefettura di Shizuoka, alla base del Monte Fuji, è iniziata a febbraio. Un mese dopo, la filiale Toyota ha lanciato Woven Capital, un nuovo fondo di venture capital che investirà in tecnologie che costruiranno il futuro della mobilità sicura. Il primo di Woven Capital l'investimento è nella società di consegna autonoma Nuro.

Source: https://techcrunch.com/2021/05/10/toyota-partners-with-eneos-to-explore-a-hydrogen-powered-woven-city/

Continue Reading

Techcrunch

Krafton annuncia il ritorno di PUBG Mobile in India – TechCrunch

Lo sviluppatore di PUBG Mobile ha detto che riporterà il titolo come Battlegrounds Mobile India….

Published

on

Krafton, lo sviluppatore di videogiochi sudcoreano di PUBG Mobile, ha dichiarato giovedì che sta riportando il popolare titolo di gioco in India con il marchio Battlegrounds Mobile India. Il nuovo titolo, che utilizza lo schema dei colori della bandiera indiana, offrirà "un multiplayer AAA di livello mondiale", un'esperienza di gioco free-to-play su dispositivi mobili, ha detto.

Lo sviluppatore ha detto che aprirà la pre-registrazione per Battlegrounds Mobile India prima del suo lancio nel paese. Il titolo è specificamente progettato per il secondo mercato Internet più grande del mondo, ha affermato Krafton.

“Krafton collaborerà con i partner per costruire un ecosistema di eSport portando regolarmente contenuti in-game, a partire da una serie di eventi in-game specifici per l'India al momento del lancio, che saranno annunciati in seguito.

L'annuncio di giovedì arriva mesi dopo l'India bandito PUBG Mobile insieme ad altre 200 app con collegamenti alla Cina che citano problemi di sicurezza nazionale. Negli ultimi mesi, per fugare le preoccupazioni di Nuova Delhi, PUBG Mobile ha tagliato i legami con il suo partner editoriale Tencent, ha firmato un accordo globale sul cloud con Microsoft, ha promesso un investimento di 100 milioni di dollari nell'ecosistema indiano dei giochi mobilie all'inizio di quest'anno ha sostenuto l'avvio locale Nodwin.

“Poiché la privacy e la sicurezza dei dati sono una priorità assoluta, Krafton lavorerà con i partner, per garantire la protezione e la sicurezza dei dati, in ogni fase. Ciò garantirà il rispetto dei diritti alla privacy e tutta la raccolta e l'archiviazione dei dati sarà in piena conformità con tutte le leggi e i regolamenti applicabili in India e per i giocatori qui ", si legge in una dichiarazione.

L'azienda non ha detto se avesse avuto una conversazione con New Delhi e se avesse ricevuto l'approvazione per il lancio del nuovo titolo.

Prima di essere bandito in India, PUBG Mobile era il gioco per cellulare più popolare nel paese. L'app aveva accumulato oltre 50 milioni di utenti attivi mensilmente nel paese. L'app aveva ancora oltre 10 milioni di utenti in India il mese scorso, secondo una nota società di analisi dei dispositivi mobili. (Molti hanno utilizzato strumenti VPN e altre soluzioni alternative per aggirare la restrizione geografica.)

Questa è una storia in evoluzione. Altro da seguire …

L'annuncio di giovedì arriva mesi dopo l'India bandito PUBG Mobile insieme ad altre 200 app con collegamenti alla Cina che citano problemi di sicurezza nazionale. Negli ultimi mesi, per fugare le preoccupazioni di Nuova Delhi, PUBG Mobile ha tagliato i legami con il suo partner editoriale Tencent, ha firmato un accordo globale sul cloud con Microsoft, ha promesso un investimento di 100 milioni di dollari nell'ecosistema indiano dei giochi mobilie all'inizio di quest'anno ha sostenuto l'avvio locale Nodwin.

Source: https://techcrunch.com/2021/05/05/krafton-announces-pubg-mobile-india-return-under-battlegrounds-mobile-title/

Continue Reading

Techcrunch

Twitch espande le sue regole contro l'odio e l'abuso per includere comportamenti fuori dalla piattaforma: TechCrunch

Twitch inizierà a mantenere i suoi streamer a uno standard più elevato. La società ha appena ampliato la sua politica di odio e molestie, specificando più tipi di cattivi comportamenti che infrangono le sue regole e potrebbero comportare il divieto dal servizio di streaming. La notizia arriva mentre Twitch continua a essere alle prese con segnalazioni di comportamenti abusivi e molestie sessuali, […]…

Published

on

Twitch inizierà a mantenere i suoi streamer a uno standard più elevato. La società ha appena ampliato la sua politica di odio e molestie, specificando più tipi di cattivi comportamenti che infrangono le sue regole e potrebbero comportare il divieto dal servizio di streaming.

La notizia arriva mentre Twitch continua a cimentarsi segnalazioni di comportamenti abusivi e molestie sessuali, sia sulla piattaforma che all'interno dell'azienda stessa. A dicembre, Twitch ha rilasciato una serie aggiornata di regole progettato per prendere più seriamente molestie e abusi, ammettendo che le donne, le persone di colore e la comunità LGBTQ + sono state influenzate da una quantità "sproporzionata" di quel comportamento tossico sulla piattaforma.

Le politiche di Twitch ora includono reati gravi che potrebbero rappresentare una minaccia per la sicurezza, anche quando si verificano completamente al di fuori del servizio di streaming. Tali minacce includono estremismo violento, terrorismo, minacce di violenza di massa, aggressioni sessuali e legami con noti gruppi di odio.

La società continuerà anche a valutare il comportamento fuori piattaforma nei casi che si verificano su Twitch, come una situazione in streaming che porta a molestie su Twitter o Facebook.

"Anche se questa politica è nuova, storicamente abbiamo intrapreso azioni contro una condotta scorretta grave e chiara che ha avuto luogo fuori servizio, ma fino ad ora non avevamo un approccio che si ridimensionasse", ha scritto l'azienda in un post sul blog, aggiungendo che le indagini -Il comportamento della piattaforma richiede risorse aggiuntive per affrontare la complessità insita in questi casi.

Per gestire i rapporti per le sue regole ampliate, Twitch ha creato un indirizzo e-mail dedicato (OSIT@twitch.tv) per gestire i rapporti sul comportamento fuori servizio. La società afferma di aver collaborato con uno studio legale investigativo di terze parti per esaminare le segnalazioni che riceve.

Twitch cita il suo azioni contro l'ex presidente Donald Trump come l'istanza di più alto profilo di comportamento fuori piattaforma con conseguente applicazione. La società ha disabilitato l'account di Trump a seguito dell'attacco al Campidoglio degli Stati Uniti e successivamente lo ha sospeso a tempo indeterminato, adducendo il timore che potesse utilizzare il servizio per incitare alla violenza.

È difficile avere un profilo più alto del presidente, ma Trump non è l'unico grande utente di Twitch bandito. Lo scorso giugno, Twitch ha cacciato uno dei suoi più grandi streamer dalla piattaforma senza fornire una spiegazione per la decisione.

Andando avanti un anno dopo, nessuno sembra sapere perché Dr. Disrespect ha ottenuto l'avvio da Twitch, sebbene l'insistenza della società sul fatto che agisca solo in casi con una "preponderanza di prove" suggerisce che le sue violazioni erano gravi e ben confermate.

Per gestire i rapporti per le sue regole ampliate, Twitch ha creato un indirizzo e-mail dedicato (OSIT@twitch.tv) per gestire i rapporti sul comportamento fuori servizio. La società afferma di aver collaborato con uno studio legale investigativo di terze parti per esaminare le segnalazioni che riceve.

Source: https://techcrunch.com/2021/04/07/twitch-off-platform-harassment-policy/

Continue Reading

Trending