Connect with us

EdTech

In che modo le aziende EdTech stanno aiutando a migliorare le competenze di una nuova razza di educatori

La pandemia di Covid-19 ha portato un cambiamento di paradigma nella pedagogia, con l'apprendimento e la formazione impartiti attraverso moduli online spesso esternalizzati ad aziende edtech, che hanno visto una nuova generazione di educatori, dagli ingegneri agli insegnanti alle casalinghe, iscriversi all'intelligenza artificiale (AI), machine learning (ML), robotica e scienze e matematica (STEM) per formare i più giovani….

Published

on

Come le aziende edtech stanno formando i giovani <a class=educatori (Immagine rappresentativa)” title=”Come le aziende edtech stanno formando i giovani educatori (Immagine rappresentativa)” height=”356″ width=”534″>

Come le aziende edtech stanno formando i giovani educatori (Immagine rappresentativa)

Le aziende edtech hanno preparato moduli per insegnare agli studenti e persino formare gli insegnanti in nuove abilità e metodi lontano dall'apprendimento meccanico.

  • News18.com Nuova Delhi
  • Ultimo aggiornamento:06 agosto 2021, 10:32 IST
  • SEGUICI SU:

La pandemia di Covid-19 ha portato un cambiamento di paradigma nella pedagogia, con l'apprendimento e la formazione impartiti attraverso moduli online spesso esternalizzati ad aziende edtech, che hanno visto una nuova generazione di educatori, dagli ingegneri agli insegnanti alle casalinghe, iscriversi all'intelligenza artificiale (AI), machine learning (ML), robotica e scienze e matematica (STEM) per formare i più giovani.

Le aziende edtech, con cui ha parlato News18.com, sono attivamente impegnate nelle scuole che impartiscono lezioni agli studenti dalla classe 3 alla 12. Hanno preparato moduli per insegnare agli studenti e persino formare gli insegnanti in nuove abilità e metodi lontano dall'apprendimento meccanico.

Con la nuova National Education Policy (NEP) 2020 che enfatizza l'avere nuove competenze per i giovani occupabili e la partnership CBSE con Microsoft per le lezioni di programmazione e data science, c'è un cambiamento palpabile da un'aula convenzionale composta da un insegnante e studenti a un formatore o un ingegnere o anche una casalinga.

Le "forze complementari"

Con l'obiettivo di promuovere l'innovazione e il pensiero critico, il governo ha avviato Atal Innovation Mission, che ha istituito Atal Tinkering Labs (ATL) a livello scolastico. STEMBORO, un'azienda di ed-tech, che in precedenza utilizzava l'attrezzatura ATL, ora si è collegata in modo indipendente con le scuole in nuove competenze.

L'azienda si rivolge a studenti e insegnanti dalla classe 3 alla 12, laboratori di innovazione in circa 1.200 scuole, 10 laboratori di robotica in tutto il paese. Stanno anche fornendo lezioni di educazione STEM virtuali e stabilendo laboratori ATL a livello internazionale.

Ci sono due modelli seguiti in questa partnership. “Insegniamo sia offline che online ma a causa della pandemia c'è il 90% di insegnamento online. Il nostro team, che comprende ingegneri, ha iniziato a prendere lezioni direttamente con gli studenti a causa della mancanza di personale qualificato in nuove competenze e sta anche formando gli educatori o gli insegnanti della scuola", ha affermato Anurag Gupta, uno dei fondatori dell'azienda STEMBORO.

È interessante notare che una rete di casalinghe, laureate in educazione tecnica, agisce come una forza "complementare" nell'insegnamento della codifica a blocchi e del pitone. STEMBORO dispone di una rete part-time di casalinghe con formazione tecnica (diploma in M.Tech e B.Tech) e formate da esperti. Quindi siedono attraverso un processo di selezione dopo il quale sono idonei a prendere lezioni. Di solito insegnano la codifica agli studenti in una sessione dal vivo nel momento preferito da loro.

L'azienda sta cercando di espandere questa rete che è attualmente del 20%. "L'idea è di avere più casalinghe nella rete part-time con un background tecnico perché le donne interagiscono bene con i bambini", ha detto Gupta. Sono pagati su base oraria.

Il contenuto video è sviluppato e viene utilizzato come software di gestione dell'apprendimento con gli insegnanti. Le lezioni agli insegnanti non vengono impartite subito, poiché le competenze sono nuove e potrebbero intimidirli e “confonderli”. "Gli insegnanti potrebbero confondersi, quindi abbiamo una formazione e un curriculum di un mese", ha affermato Gupta.

Allo stesso modo, un'altra piattaforma ed-tech, Open Door, ha un team di ingegneri che forma gli insegnanti dalle classi 3 a 10. Offrono due programmi alle scuole – Mastery Assessments e Thinking Classroom – che fanno parte regolarmente dell'insegnamento di scienze e matematica in oltre 200 scuole. Hanno progettato questo quadro per rendere l'insegnamento delle materie STEM un'esperienza innovativa e migliorare i risultati dell'apprendimento.

Open Door si è impegnato con 1,5 lakh di studenti e ha formato 3.000 insegnanti nel condurre una serie di valutazioni che guardano a fatti consolidati con nuove prospettive.

Perché formare gli insegnanti?

STEMBORO ha formato 50.000 insegnanti nei sistemi di laboratorio mentre Open Door ha insegnato a 3.000 insegnanti.

Aneesh Bangia, co-fondatore di Open Door, ha dichiarato: “Gli insegnanti hanno una laurea o un diploma post-laurea in queste materie, matematica e scienze. Ma il problema è il metodo che assegna voti per la memorizzazione di concetti e l'apprendimento meccanico. Vorremmo formarli in concetti scientifici e matematici al di là di definizioni e formule, e impegnarci in modo innovativo con il fatto che "l'acqua è incolore"."

Mentre Gupta di STEMBORO ha affermato che educare gli insegnanti e ottenere esperti nelle classi è la necessità dell'ora e della domanda dell'industria. “Le politiche educative sono allineate con le richieste del settore e oggi sia l'istruzione che l'industria sono collegate. Devono insegnare abilità occupabili, che non riguardano solo i libri di testo”.

Hari Krishnan Nair, il fondatore di Great Learning per l'istruzione superiore, ha affermato di essere d'accordo con Gupta. Il rapporto annuale di lavoro di Nair ha mostrato che l'India ha contribuito al 9,8% delle aperture di lavoro totali nell'analisi, con 93.500 posti di lavoro nella scienza dei dati e nell'analisi ad agosto.

Citando i dati sulla necessità di nuove competenze, Akhil Shahani, direttore della Fondazione SAGE, ha affermato che, secondo un sondaggio condotto da Statista, solo il 38% dei laureati ha le competenze necessarie in tutti i settori. Il World Economic Forum's Future of Jobs Report 2018 ha affermato che "le competenze lavorative generiche impartite dagli istituti di istruzione nell'ultimo secolo non sarebbero utili".

La sua fondazione ha condotto un sondaggio sull'aggiornamento delle competenze dei laureati come chiave per l'occupabilità, quindi "le lezioni devono essere impartite in anticipo", secondo i partner di Ed-tech con cui ha parlato News18.com e in questo, anche il ruolo di un educatore è importante.

Alcuni insegnanti abbandonano

I cambiamenti nell'insegnamento in classe stanno portando nuove forze, ma non tutti gli insegnanti sono d'accordo.

Le aziende ed-tech hanno osservato che è improbabile che gli insegnanti delle fasce di età più giovani abbandonino questi programmi ad alta tecnologia e coglieranno questa opportunità come un'opportunità per la transizione nelle carriere. Secondo Great Learning, un ed-tech nell'istruzione professionale e superiore, "Due dei tre studenti sperimentano le transizioni di carriera entro i primi 6 mesi dal completamento del programma".

Gupta ha dichiarato: "Gli insegnanti più giovani sono desiderosi di imparare e vedere un'opportunità per perseguire un cambiamento nelle carriere nell'intelligenza artificiale e nella scienza dei dati. Ma è probabile che gli insegnanti con un livello di istruzione elevato e con più di 45-50 anni abbandonino. Abbiamo visto un tasso del 5% in due anni", ha affermato Gupta.

Secondo Gupta, il 5% di 50.000 insegnanti ha abbandonato i propri programmi, mentre Open Door ha visto l'abbandono del 10% di 3.000 insegnanti.

Il numero di abbandoni è inferiore rispetto a quelli formati, anche se non è necessario che imparino queste abilità, ma "visto il curriculum e le politiche educative odierne, molti insegnanti alla fine lo farebbero", ha affermato Gupta.

La rete di educatori della sua azienda coinvolge anche le casalinghe diplomate in educazione tecnica. "Le casalinghe sono con la nostra rete part-time e troviamo insegnanti donne più capaci in questa rete part-time", ha aggiunto.

Facendo eco alle opinioni sul miglioramento delle competenze degli educatori, una società con sede in Australia, Victoria's Global Education Solutions, ha affermato: "Le aziende in India devono spendere il 2% dell'utile netto in attività CSR (Corporate Social Responsibility) (concentrarsi sulle scuole statali nelle zone rurali). aree/per ragazze/ONG che servono comunità svantaggiate/emarginate) La spesa attuale delle prime 100 aziende è di 1,09 miliardi di dollari all'anno, inclusa l'istruzione", ha affermato Racquel Shroff, CEO globale, Indian Career Education & Development Council (ICEDC).

Limiti dell'ed-tech nell'impartire abilità

Due tipi di competenze sarebbero importanti per i lavori in futuro; “Le prime sono le capacità tecniche, che sono hard skill come Machine learning, Data Analytics, Robotica; e il secondo sono le competenze trasversali come le vendite, la collaborazione e la leadership", ha affermato Shahani della SAGE Foundation.

Sebbene ed-tech fornisca capacità tecniche, non ha nulla da offrire sulle competenze trasversali, ha aggiunto.

Mujahidul Islam, uno specialista di ed-tech dell'Università Azim Premji, ha affermato che migliorare le competenze significa conoscere diversi tipi di tecnologie di comunicazione e pedagogie appropriate. "Questo deve essere incorporato in tutti i corsi di insegnamento e nei programmi di formazione degli insegnanti in servizio".

Ha detto: "Dovresti conoscere anche le modalità di comunicazione low e high-tech nell'insegnamento a distanza". Low-tech è una tecnologia disponibile a tutti come carta, penna, radio, telefono e TV. L'alta tecnologia coinvolge dispositivi digitali basati su Internet.

Leggi tutto Ultime notizie, Ultime notizie e Notizie sul coronavirus qui

Source: https://www.news18.com/news/education-career/how-edtech-firms-are-helping-upskill-new-breed-of-educators-4052108.html

EdTech

ConveGenius AI, la startup EdTech leader in India raccoglie $ 5 milioni di dollari (pre serie A) per l'espansione del mercato di massa Direct-to-consumer per servire 100 milioni di famiglie

ConveGenius ha raccolto $ 5 milioni di dollari in finanziamenti di Venture Capital per far crescere la sua piattaforma di intelligenza artificiale conversazionale nei mercati dell'India e del sud-est asiatico….

Published

on

LONDRA, SAN FRANCISCO e SINGAPORE, 19 ottobre 2021 /CNW/ — ConveGenius ha raccolto $ 5 milioni di dollari in finanziamenti di Venture Capital per far crescere la sua piattaforma di intelligenza artificiale nei mercati dell'India e del sud-est asiatico.

La società ha lanciato per la prima volta la sua piattaforma di intelligenza artificiale conversazionale nel 2020 con l'obiettivo di fornire una soluzione EdTech su misura che offrisse un sistema di apprendimento adattivo basato su Whatsapp per gli studenti K-12 delle città di livello inferiore, che è stata profondamente colpita dalla chiusura delle scuole durante il Pandemia di covid. Entro un anno dal lancio, la sua soluzione EdTech è arrivata a 14 milioni di utenti attivi mensili con 35 milioni di conversazioni giornaliere, coprendo 10 lingue diverse e continua a crescere a un ritmo rapido.

Con questo round di finanziamenti, Convegenius.AI mira ad espandere i suoi prodotti sull'ecosistema Whatsapp e altri canali basati sull'intelligenza artificiale conversazionale oltre a EdTech, per servire più clienti su diversi verticali e consentire agli sviluppatori di lanciare le loro soluzioni sulla piattaforma. ConveGenius AI continuerà inoltre a rafforzare le sue capacità AI/ML ed è attualmente in trattative avanzate con più aziende per fornire soluzioni incentrate sul settore a oltre 500 milioni di utenti attualmente attivi su diverse piattaforme di chat.

Questo round di finanziamento è stato guidato da nuovi investitori, BAce Capital, Heritas Capital e 3Lines Venture Capital, nonché da investitori esistenti, Michael e Susan Dell Foundation.

Citazioni degli Stakeholder:

  • "Poiché le scuole sono state chiuse per periodi prolungati durante la pandemia, riteniamo che ConveGenius sia in una buona posizione per affrontare la crisi dell'apprendimento e le lacune che hanno gravemente colpito gli studenti in tutta l'India e in altri mercati emergenti della regione. Siamo lieti di supportare ConveGenius nella loro missione di ampliare ulteriormente le loro soluzioni di impatto, fornendo un maggiore accesso a un'istruzione di qualità a prezzi accessibili per tutti", ha affermato Janet Chia, Head of Venture Capital di Heritas Capital.

  • "ConveGenius si è concentrato sul mercato ampio e finora non servito di 235 milioni di studenti che appartengono alla prima generazione di utenti di Internet mobile con famiglie che utilizzano per la prima volta smartphone e dispositivi mobili. La sua attenzione agli utenti del mercato di massa e alla democratizzazione della distribuzione di contenuti personalizzati attraverso la costruzione le esperienze utente conversazionali per i dispositivi mobili hanno creato un segmento di nicchia per l'innovazione e la creazione di valore", ha affermato Pallab Chatterjee, presidente di 3 Lines VC Rocket Fund.

  • "La Fondazione Dell ha investito per la prima volta nell'azienda nel 2016 e riteniamo che questo sia il momento giusto per portare il prodotto a milioni di bambini lanciando la versione direct-to-consumer (D2C)", afferma Prachi Windlass (Direttore, Michael & Susan Fondazione Dell).

  • "Siamo entusiasti di portare a termine la nostra missione di portare la nostra proposta di valore a un miliardo di utenti a livello globale e rendere la conoscenza e i contenuti accessibili a tutti in un'esperienza con un clic", ha affermato Jairaj Bhattacharya, CEO di ConveGenius.

Cisione

Cisione

Visualizza il contenuto originale:https://www.prnewswire.com/news-releases/convegenius-ai-indias-leading-edtech-startup-raises-5m-usd-pre-series-a-for-mass-market-direct-to-consumer- espansione-per-servire-100m-famiglie-301402964.html

FONTE ConveGenius International

Cisione

Cisione

Visualizza il contenuto originale: http://www.newswire.ca/en/releases/archive/October2021/19/c2623.html

Source: https://ca.sports.yahoo.com/news/convegenius-ai-indias-leading-edtech-051500018.html

Continue Reading

EdTech

Frontlines Media- La società Ed-Tech che recupera lavoro a migliaia di laureati – Notizie sulla scuola

Published

on

Nuova Delhi, 14 ottobre: ​​La tecnologia sta diventando una parte sempre più importante dell'istruzione al di là degli strumenti di coinvolgimento in classe. L'uso dell'ed-tech va ben oltre la lettura di libri ed è diventato sempre più importante per l'istruzione. Sebbene la tecnologia non possa mai sostituire i grandi insegnanti, l'insegnante giusto può trasformare la prossima generazione con risultati incredibili attraverso la tecnologia. In mezzo a tutti questi progressi e innovazioni, Frontlines media, una pagina attiva sui social media, sta facendo miracoli nel trovare lavoro a migliaia di giovani laureati.

La storia ispiratrice del Fondatore –

L'idea di iniziare un progetto così intrigante e prezioso è venuta per la prima volta nella mente di Krishna, che è un ingegnere elettronico di professione. Krishna ha lasciato il suo lavoro in Australia ed è tornato in India per avviare la propria azienda, un'attività di ed-tech che si è rivelata un'impresa di successo. L'azienda ha raccolto oltre 400 opportunità di collocamento negli ultimi otto mesi.

In uno dei suoi colloqui con i media, ha voluto citare il suo amico Upendra, che gli è stato accanto quando necessario ed è anche uno dei pilastri centrali di Frontlines Edu-tech. Upendra ha sette anni di grande esperienza nel settore IT che ha aiutato l'azienda a comprendere la domanda del mondo tecnologico.

I due amici hanno studiato lo scenario attuale degli studenti rurali dell'India che rimangono senza lavoro dopo il completamento della loro laurea. A causa dell'elevata popolazione e delle minori competenze tecniche, i giovani rurali trovano molto difficile trovare un lavoro. D'altro canto, le aziende in India cercano laureati con buone competenze tecniche. Ecco come l'idea di Media in prima linea venuto all'esistenza. I due amici si sono uniti per costruire una piattaforma che offra varietà di opportunità per conoscere la tecnologia e aiuti ad aumentare le opportunità di lavoro.

Krishna dice: "Tutti i riconoscimenti che stiamo ricevendo ora non sarebbero stati possibili senza i nostri studenti che si sono affidati a noi per la loro carriera e si sono assicurati un lavoro con successo".

Opportunità –

L'azienda offre sessioni di orientamento professionale gratuite con esperti del settore, forma gli studenti con i migliori formatori di qualità a un prezzo accessibile e li aiuta a trovare lavoro. Inoltre, fornisce varie notifiche di lavoro e riconosce agli studenti le tendenze emergenti e le tecnologie all'avanguardia. I mentori di Frontlines Edu Tech sono ben formati e qualificati da IIT, IIM, Top MNC, DRDO e altre organizzazioni di primo piano. Oltre alla descrizione di cui sopra, l'azienda offre opportunità come l'attitudine di base e il ragionamento a tutti i linguaggi di programmazione fondamentali oltre ad alcune tecnologie all'avanguardia come la sicurezza informatica, blockchain, ecc.

L'azienda ed-tech ha formato circa 1200+ studenti, recuperato 750+ lavori e ha fatto da mentore a circa 4000+ studenti. La maggior parte di questi studenti proviene da aree rurali.

Krishna, il capo dei media di Frontlines, ha dedicato il successo dell'azienda agli efficienti membri del core team: Gouthami, Ranjith, Harish, Nanda Kishore, Shiva, Vishnu e Vamshi.

La descrizione dei membri del team principale è la seguente:

Krishna, il CEO di Frontlines media, ha lasciato il lavoro ed è tornato in India dall'Australia per avviare la società dei suoi sogni. È un ingegnere elettronico qualificato.

Upendra – il co-fondatore dell'azienda, con sette anni di esperienza nel settore IT.

Gouthami – Colui che ha dato l'idea di avviare un'azienda Edu-Tech e il membro del team di supporto che guida sempre in prima linea l'ed-tech con idee innovative.

Ranjith – Essendo cresciuto in una zona rurale, ora aiuta altri studenti a superare i colloqui e a dare forma alle loro carriere.

Harish & Raghava – I membri del team di supporto che guidano la cella di reclamo studentesco.

Swathi – Lavora nel dipartimento amministrativo.

Sai Kumar – Lavora come esperto di sicurezza informatica.

Il team di mentori è composto da Nanda Kishore, Shiva, Vishnu, Vamshi e Sai Kiran.

Ed-tech- il settore in più rapida crescita –

Negli ultimi anni, i settori dell'ed-tech hanno registrato una rapida crescita e la pandemia ha accelerato la loro crescita. Sorprendentemente, in India, l'industria ed-tech è la priorità assoluta nell'elenco dei finanziamenti subito dopo i servizi forniti dalle istituzioni finanziarie. I media di Frontlines sono iniziati con solo tre studenti in un batch e attualmente funzionano con oltre 250 studenti ogni mese. Il successo e la crescita raggiunti dall'azienda hanno attirato l'attenzione di molti giovani del paese. Nei prossimi anni si prevede che raggiungerà livelli estremi e mostrerà una crescita positiva. Non vedono l'ora di guidare più studenti verso una carriera di successo fornendo loro il meglio delle loro capacità.

Continua a leggere

Source: https://newsaboutschool.com/frontlines-media-the-ed-tech-company-fetching-jobs-to-thousands-of-graduates/

Continue Reading

EdTech

Il CEO di ClassTag migra a Miami, attirato dal vivace ecosistema tecnologico e dalla crescente scena EdTech

Il sud della Florida è ora sede di un'altra stella nascente nello spazio EdTech. Il mese scorso, Vlada Lotkina, co-fondatrice e CEO di ClassTag, si è trasferita a Miami. La startup, che secondo quanto riferito ha ricevuto $ 8,9 milioni in finanziamenti di capitale di rischio, ha sviluppato una piattaforma che facilita le comunicazioni tra genitori e insegnanti….

Published

on

"Come fondatore di una startup, è così importante essere in un ambiente che sta crescendo, si espande e ha fame di successo e crescita" – Vlada Lotkina, co-fondatore e CEO di ClassTag

Il sud della Florida è ora sede di un'altra stella nascente nello spazio EdTech. Il mese scorso, Vlada Lotkina, co-fondatore e CEO di Tag di classe, si è trasferito a Miami.

La startup, che secondo quanto riferito ha ricevuto $ 8,9 milioni in finanziamenti di capitale di rischio, ha sviluppato una piattaforma che facilita le comunicazioni tra genitori e insegnanti.

Lotkina è emigrata dall'Ucraina negli Stati Uniti nel 2006 per intraprendere un MBA presso la Wharton School dell'Università della Pennsylvania, prima di ottenere un ruolo di consulenza con sede a New York presso BCG. Ha poi lavorato come senior director e pratica leader presso la società di consulenza sullo storage dei dati Dell EMC.

Lotkina ha detto a Refresh Miami che l'ispirazione per migrare a Miami da New York è arrivata durante una vacanza invernale l'anno scorso. "Quando ero qui, ho incontrato alcuni dei miei amici fondatori e mi hanno portato agli eventi", ha spiegato. "Ho sentito l'energia e mi è sembrato che qui stesse accadendo qualcosa di molto eccitante".

Ha continuato: “Come fondatrice di una startup, è così importante essere in un ambiente che sta crescendo, si espande e ha fame di successo e crescita. Vedere alcuni degli imprenditori di Miami mi ha davvero aperto gli occhi su questa opportunità".

Solo pochi mesi dopo, Lotkina e sua figlia hanno già messo radici nella Magic City. "Ama la sua scuola a Miami e abbiamo trovato un ottimo posto in cui vivere che è sostanzialmente più economico di New York", ha detto Lotkina. "Mi piace."

Mentre il team di 15 persone di ClassTag è distribuito a livello globale, c'è già un dipendente a Tampa e un altro che sta pianificando di trasferirsi nel sud della Florida nel prossimo futuro. Mentre la startup continua a crescere, Lotkina ha segnalato che spera di aumentare l'impronta dell'azienda nel sud della Florida.

Lotkina prevede che il sud della Florida diventerà un hub per EdTech: "EdTech sta emergendo come uno dei principali verticali nella tecnologia di Miami". Ha evidenziato La recente uscita di Nearpod come uno sviluppo particolarmente eccitante nella scena locale.

La suite di prodotti ClassTag include una piattaforma che può essere visualizzata su browser Web o tramite un'app. Secondo Lotkina, "non solo raccoglie e conserva informazioni, quindi c'è un'unica fonte di verità per tutto ciò che i genitori potrebbero aver bisogno di sapere, ma spinge anche queste informazioni in base alle preferenze dei genitori". Inoltre, la piattaforma traduce automaticamente i contenuti in oltre 100 lingue, aumentando l'accessibilità e abbattendo le barriere di comunicazione tra insegnanti e genitori.

La startup ha diverse linee di business. La loro principale fonte di entrate erano tradizionalmente le partnership con marchi come Amazon, H&M e Clorox. Queste sponsorizzazioni garantiscono che genitori e insegnanti possano utilizzare la piattaforma gratuitamente.

Tuttavia, sfruttando l'adagio di Winston Churchill, "non lasciare mai che una buona crisi vada sprecata", ClassTag è emersa dalla pandemia con due nuove linee di business. Uno di questi due è il SaaS aziendale, per cui ClassTag offre un hub di comunicazione all-in-one per l'acquisto dei sistemi scolastici.

L'altro nuovo flusso di entrate è l'eCommerce, dove le donazioni raccolte per gli insegnanti possono essere utilizzate per acquistare oggetti per la classe, dai pastelli alle fotocamere per Zoom. "Venendo dall'Ucraina, sono rimasto scioccato nell'apprendere che il 92% degli insegnanti spende in media 500 dollari di tasca propria in forniture essenziali", ha spiegato Lotkina.

ClassTag ha ricevuto più di mezzo milione di dollari di donazioni per gli insegnanti. Per Lotkina, questo convalida la sua tesi secondo cui la piattaforma di ClassTag "sblocca il potere della comunità per supportare gli insegnanti". Cinque milioni di genitori e insegnanti in 25.000 scuole negli Stati Uniti utilizzano attualmente i prodotti ClassTag.

Durante la pandemia, Lotkina riferisce che il team di ClassTag ha visto una crescita significativa ed è sulla buona strada per triplicare le entrate quest'anno. La loro attività aziendale si sta espandendo particolarmente rapidamente, avendo registrato una crescita di oltre 10 volte nell'ultimo anno.

LEGGI DI PI SU REFRESH MIAMI:

Riley Kaminer

Sono un ricercatore e scrittore di tecnologia con sede a Palm Beach con la passione di condividere storie sull'ecosistema tecnologico della Florida meridionale. Mi piace particolarmente conoscere le startup GovTech, le applicazioni all'avanguardia dell'intelligenza artificiale e gli innovatori che sfruttano la tecnologia per trasformare la società in meglio. Sempre aperto per le piazzole via Twitter @rileywk o www.RileyKaminer.com.

Riley Kaminer

Ultimi messaggi di Riley Kaminer (vedi tutto)

Source: https://refreshmiami.com/classtags-ceo-migrates-to-miami-lured-by-vibrant-tech-ecosystem-and-growing-edtech-scene/

Continue Reading

Trending