Connect with us

Techcrunch

Jeff Bezos investe nell'e-commerce indonesiano Ula – TechCrunch

La startup indonesiana di e-commerce Ula, che ha raccolto oltre 30 milioni di dollari e ha corteggiato molti investitori di alto profilo dal lancio lo scorso anno, ha ora conquistato la fiducia della persona più ricca del mondo. Il fondatore di Amazon ha investito nel nuovo round di finanziamento della startup di un anno e mezzo, mi hanno detto fonti e molti altri che hanno familiarità con la questione. L'azienda con sede a Giacarta […]…

Published

on

indonesiano avvio di e-commerce Ula, che ha raccolto oltre 30 milioni di dollari e ha corteggiato molti investitori di alto profilo dal lancio lo scorso anno, ha ora conquistato la fiducia della persona più ricca del mondo.

Il fondatore di Amazon ha investito nel nuovo round di finanziamento della startup di un anno e mezzo, mi hanno detto fonti e molti altri che hanno familiarità con la questione.

L'azienda con sede a Jakarta – che conta B Capital Group, Sequoia Capital India, Lightspeed Venture Partners e Quona Capital tra i suoi investitori esistenti – è in fase avanzata di trattative per finalizzare un nuovo round di oltre $ 80 milioni.

Jeff Bezos ha accettato di investire in Ula attraverso il suo family office, Bezos Expeditions, ha detto la gente, richiedendo l'anonimato poiché la questione è privata. B Capital Group, Tencent e Prosus Ventures si stanno posizionando per guidare insieme il round, che potrebbe chiudersi entro questo mese.

L'interesse di Bezos per Ula, che gestisce una piattaforma di e-commerce business-to-business, arriva in un momento in cui Amazon non è entrata nella maggior parte delle nazioni del sud-est asiatico o mantiene una presenza limitata lì.

I rappresentanti delle pubbliche relazioni di Ula non hanno risposto alle richieste di commento sabato.

Ula aiuta i piccoli rivenditori a risolvere le inefficienze che devono affrontare nella catena di approvvigionamento, nell'inventario e nel capitale circolante. Gestisce un mercato di e-commerce all'ingrosso per aiutare i proprietari di negozi a immagazzinare solo l'inventario di cui hanno bisogno e concede loro anche capitale circolante.

La startup è stata fondata da Nipun Mehra (ex dirigente di Flipkart in India ed ex partner di Sequoia Capital India), Alan Wong (che in precedenza ha lavorato con Amazon), Derry Sakti (che ha supervisionato le operazioni del gigante dei beni di consumo P&G in Indonesia) e Riky Tenggara (già con Lazada e aCommerce).

L'interesse di Bezos per Ula, che gestisce una piattaforma di e-commerce business-to-business, arriva in un momento in cui Amazon non è entrata nella maggior parte delle nazioni del sud-est asiatico o mantiene una presenza limitata lì.

Source: https://techcrunch.com/2021/10/02/jeff-bezos-in-talks-to-back-indonesian-e-commerce-ula/

Techcrunch

È un grande momento per il cambiamento climatico. Ecco 4 libri per l'autunno per capire cosa sta cambiando – TechCrunch

Siamo a poche settimane dalla COP26, la grande riunione di politica ambientale in cui decine di leader mondiali scenderanno in Scozia e determineranno il futuro del pianeta, rispondendo alla domanda: "Dovremmo tutti morire o vivere?" Ciò ha significato un intero carico di nuovi libri sull'argomento, oltre a una rinnovata attenzione ai lavori più vecchi […]…

Published

on

Siamo a poche settimane dalla COP26, la grande riunione di politica ambientale in cui decine di leader mondiali scenderanno in Scozia e determineranno il futuro del pianeta, rispondendo alla domanda: "Dovremmo tutti morire o vivere?"

Ciò ha significato un intero carico di nuovi libri sull'argomento, oltre a una rinnovata attenzione ai lavori più vecchi che sono improvvisamente tornati alla ribalta. Quindi in seguito da la nostra raccolta estiva di libri in generale sulla tesi del cambiamento climatico, abbiamo una nuova serie di recensioni di altri quattro libri per esplorare questo argomento intricato e affascinante:

  • Per prima cosa, guardo a Ministry for the Future di Kim Stanley Robinson con un pezzo intitolato "Il lato oscuro dell'ambientalismo.” Robinson ci offre una visione fiduciosa del futuro in cui gli esseri umani si uniscono per risolvere i problemi del mondo, ma solo dopo che un gruppo ecoterrorista rende le alternative e lo status quo meno appetibili. Come disimballare questi valori e cosa fanno presagire per il nostro mondo in futuro?
  • Secondo, il mio collega Brian Heater sembra at The Vertical Farm scritto da Dickson Despommier, che è stato recentemente ripubblicato come edizione per il decimo anniversario. Le fattorie verticali sono tra i movimenti più utopici derivanti dalla tecnologia climatica, un modo per avvicinare l'agricoltura ai miliardi di persone che vivono negli agglomerati urbani. Quanto sono fattibili e funzioneranno davvero?
  • Terzo, Intervisto Azeem Azhar sul suo nuovo libro The Exponential Age, esplorando il motivo per cui tecnologie come i semiconduttori, l'editing genetico, la stampa 3D e altro si stanno improvvisamente unendo per rimodellare completamente il nostro mondo. Il cambiamento sta solo andando ad accelerare.
  • Infine, analizzo The Great Derangement di Amitav Ghosh, una serie di conferenze inebriante e intensamente stimolante rilegato in un volume sottile che sta esplodendo di intuizione. Ghosh vede la nostra cultura come completamente divergente dalle esigenze del clima odierno e si chiede perché gli autori e altri creativi sembrino del tutto riluttanti ad affrontare la crisi che sta colpendo il pianeta.
  • Secondo, il mio collega Brian Heater sembra at The Vertical Farm scritto da Dickson Despommier, che è stato recentemente ripubblicato come edizione per il decimo anniversario. Le fattorie verticali sono tra i movimenti più utopici derivanti dalla tecnologia climatica, un modo per avvicinare l'agricoltura ai miliardi di persone che vivono negli agglomerati urbani. Quanto sono fattibili e funzioneranno davvero?
  • Source: https://techcrunch.com/2021/10/10/fall-climate-change-books/

    Continue Reading

    Techcrunch

    Graneet pensa che le società di costruzioni dovrebbero passare da Excel al suo strumento – TechCrunch

    Incontra Graneet, una startup francese che ha appena raccolto un seed round da 2,8 milioni di dollari (2,4 milioni di euro) guidato da Point Nine e Fondamental. Graneet è una startup software-as-a-service verticale focalizzata sul settore delle costruzioni e sulla miriade di piccole e medie imprese in questo settore in particolare. Vuole costruire la soluzione definitiva di gestione finanziaria in modo che […]…

    Published

    on

    Incontrare Graneet, una startup francese che ha appena raccolto un seed round da 2,8 milioni di dollari (2,4 milioni di euro) guidato da Punto Nove e Fondamentale. Graneet è una startup software-as-a-service verticale focalizzata sul settore delle costruzioni e sulla miriade di piccole e medie imprese in questo settore in particolare.

    Vuole costruire la soluzione definitiva di gestione finanziaria in modo che le società di costruzioni possano controllare meglio i loro progetti. La stragrande maggioranza delle imprese edili fa ancora affidamento su più file Excel, il che porta a silos di informazioni e complesse attività di immissione dei dati. Altri investitori includono Jack Newton, Renaud Visage, Alexandre Guinefolleau, Arthur Waller, Philippe Gelis e i fondatori di Colonies.

    La madre del co-fondatore e CEO di Graneet, Jean-Gabriel Niel, guida un'impresa di costruzioni. "Mi diceva 'questo è pazzesco, non riesco a capire se guadagnerò o perderò soldi per uno su due progetti di costruzione'", mi ha detto.

    Ha passato un po' di tempo a esaminare i processi interni di questa azienda: elaborazione degli ordini, gestione della fatturazione, e chi più ne ha più ne metta. E fu allora che si rese conto che Microsoft Excel era ancora la soluzione principale.

    Con Graneet, l'azienda pensa di dover risolvere tre cose fondamentali: preventivi, fatturazione e pianificazione delle risorse. La startup ha iniziato a lavorare sulla fatturazione. Graneet agisce come un'unica fonte di verità in cui puoi vedere quanto dovrebbe pagare il tuo cliente, quanto hai ricevuto finora e cosa verrà dopo. Puoi vedere se ci sono fatture in sospeso e contrassegnarle come pagate.

    L'azienda ha quindi iniziato a lavorare su preventivi e lead generation. Graneet ti consente di creare preventivi direttamente dalla piattaforma. Una volta che il cliente ha approvato il tuo preventivo, puoi tornare indietro quando il tuo progetto di costruzione è a buon punto e inserire una percentuale di completamento: questa è una metrica chiave in questo settore.

    Infine, con il round di finanziamento di oggi, Graneet vuole sviluppare la terza parte del suo prodotto, ovvero la pianificazione delle risorse. Presto sarai in grado di gestire i subappaltatori da Graneet e dividere una fattura in più parti per più appaltatori.

    I clienti Graneet potranno invitare subappaltatori sulla piattaforma. Non saranno in grado di vedere tutto, ma potranno vedere su cosa stanno lavorando. Allo stesso modo, se sei un cliente Graneet e lavori per un'azienda più grande come subappaltatore, sarai in grado di inviare rapporti mensili sui progressi. Questo dovrebbe sicuramente aiutare quando si tratta di trovare nuovi clienti per il prodotto.

    Più avanti, Graneet pensa di poter offrire anche più servizi ai suoi clienti esistenti. Ad esempio, molte società di costruzioni lavorano con società di factoring: queste società acquistano fatture in sospeso e le pagano immediatamente per motivi di flusso di cassa. Graneet potrebbe anche fornire pagamenti anticipati direttamente sulla piattaforma.

    Questo è solo un esempio di come Graneet potrebbe essere utile. L'idea è che le società di costruzioni siano attualmente sotto-equipaggiate quando si tratta di soluzioni software. Se Graneet può dimostrare di poter colmare questa lacuna, ci saranno molte opportunità di prodotto.

    Crediti immagine: Graneet

    Con Graneet, l'azienda pensa di dover risolvere tre cose fondamentali: preventivi, fatturazione e pianificazione delle risorse. La startup ha iniziato a lavorare sulla fatturazione. Graneet agisce come un'unica fonte di verità in cui puoi vedere quanto dovrebbe pagare il tuo cliente, quanto hai ricevuto finora e cosa verrà dopo. Puoi vedere se ci sono fatture in sospeso e contrassegnarle come pagate.

    Source: https://techcrunch.com/2021/10/08/graneet-thinks-construction-companies-should-switch-from-excel-to-their-tool/

    Continue Reading

    Techcrunch

    CoinSwitch Kuber valutato $ 1,9 miliardi in A16z e investimento guidato da Coinbase – TechCrunch

    Andreessen Horowitz e Coinbase Ventures hanno co-guidato un investimento di $ 260 milioni in CoinSwitch Kuber, valutando la startup indiana a $ 1,9 miliardi….

    Published

    on

    Andreessen Horowitz e Coinbase Ventures hanno coniato un nuovo unicorno in India: CoinSwitch Kuber. Le due società hanno co-guidato un investimento di $ 260 milioni nella startup di trading di criptovalute con sede a Bangalore, valutando la giovane azienda a $ 1,9 miliardi, hanno detto martedì.

    Questo è il primo investimento di a16z in India. TechCrunch segnalato il mese scorso — due volte — che le due aziende erano in trattative per sostenere la startup indiana e avevano proposto una valutazione di $ 1,9 miliardi.

    La startup di quattro anni, che incluso il round di serie C di mercoledì ha raccolto circa $ 300 milioni fino ad oggi, era valutato oltre $ 500 milioni nella sua serie B finanziamento ad aprile di quest'anno.

    Anche gli investitori esistenti Tiger Global e Sequoia Capital India hanno partecipato al nuovo round, che è anche il più grande per una startup di criptovaluta in India. CoinSwitch è la trentesima startup indiana a diventare un unicorno quest'anno e solo la seconda nello spazio crittografico. (CoinDCX sostenuto da B Capital è diventato il primo cripto unicorno indiano ad agosto.)

    CoinSwitch è una delle poche startup in India che consente agli utenti di acquistare e vendere criptovalute. Dal punto di vista della funzionalità e dell'interfaccia utente, le sue offerte sono molto superiori, secondo decine di utenti con cui TechCrunch ha parlato negli ultimi giorni.

    L'app omonima offre agli utenti oltre 70 criptovalute tra cui scegliere e il trading è istantaneo, ha affermato Ashish Singhal, co-fondatore e amministratore delegato di CoinSwitch Kuber, in un'intervista a TechCrunch. Gli utenti dell'app possono scambiare fino a 100 rupie indiane o $ 1,3.

    CoinSwitch ha accumulato oltre 10 milioni di utenti registrati, la maggior parte dei quali sono investitori giovani e alle prime armi, ha affermato. Più della metà della base di utenti della startup ha 28 anni o meno, ha affermato.

    Fondatori di CoinSwitch Kuber, da sinistra a destra, Vimal Sagar, Govind Soni e Ashish Singhal (Crediti immagine: CoinSwitch Kuber)

    L'eccitazione per il commercio di criptovalute arriva quando la popolazione indiana, in gran parte giovane, ha raggiunto il punto di svolta, ha affermato. "I giovani guardano sempre più agli investimenti come un'opzione", ha detto.

    Anche la Corte Suprema indiana che ha annullato il divieto della banca centrale della nazione sulla criptovaluta due anni fa – che ha portato le banche a giocare bene (in qualche modo) con l'app di trading – ha aiutato, ha detto. "Quando è successo, molti giovani che stavano osservando il trading di criptovalute nei mercati occidentali e si erano resi conto che erano un po' in ritardo per entrare nelle criptovalute, hanno deciso di esplorare gli investimenti", ha detto.

    Ma non è sfuggito all'avvio che la maggior parte dei suoi utenti è nuova in questo mondo degli investimenti. Per affrontare questo problema, CoinSwitch Kuber ha recentemente collaborato con l'agenzia di stampa indiana NDTV per pubblicare storie per spiegare le criptovalute, il trading e i rischi ad esse associati. Ospita anche un podcast su questo argomento, ha detto.

    Il primo investimento in India di Andreessen Horowitz

    "Siamo incredibilmente entusiasti dell'opportunità del mercato delle criptovalute in India e, con la sua straordinaria crescita, CoinSwitch è emersa come la principale piattaforma di vendita al dettaglio nel paese", ha affermato David George, general partner di Andreessen Horowitz, in una nota. "Ashish e il team hanno dimostrato forti capacità di esecuzione e l'ambizione di fornire una piattaforma di investimento per le masse in India".

    L'arrivo di A16z in India arriva in un momento in cui le startup nel secondo mercato Internet più grande del mondo stanno raccogliendo capitali da record. Molti dei colleghi globali dell'azienda – Tiger Global, Sequoia, Falcon Edge Capital, Lightspeed, Accel, Temasek e SoftBank – hanno aumentato il ritmo degli investimenti nel paese negli ultimi trimestri.

    L'azienda ha esplorato mercati come l'India per anni. In un discorso alla Stanford Graduate School of Business cinque anni fa, il co-fondatore e socio accomandatario di a16z Marc Andreessen (nella foto sopra) ha affermato che era "estremamente allettante" sostenere le startup nei mercati emergenti. Ma è stato anche difficile per un'azienda come un fondo di rischio espandersi in un nuovo paese, ha spiegato. Il capitale di rischio è un "processo molto pratico per comprendere le persone con cui stai lavorando sia per valutare l'azienda che per lavorare con l'azienda".

    “Se continua ad essere un business pratico come quello, allora c'è il problema della lontananza geografica, ovvero se non sono presente in un'altra geografia, conosco davvero quelle persone per prendere le decisioni. Quindi, quello che un gruppo di aziende ha cercato di fare è stato il personale dei team locali. Ma poi c'è il problema fondamentale che se la squadra locale è davvero brava, allora può facilmente lasciare e gestire le proprie aziende. Se sono cattivi, continuano a lavorare per me… il che ha i suoi problemi".

    Secondo persone che hanno familiarità con la questione, A16z ha valutato una manciata di altre startup nel paese negli ultimi mesi. L'azienda ha affermato che sta investendo in CoinSwitch sia dai suoi fondi di criptovaluta che da quelli di crescita.

    "Siamo onorati della fiducia mostrata in CoinSwitch Kuber da due dei più grandi nomi nell'arena globale degli investimenti in criptovalute con Andreessen Horowitz che ci ha scelto per essere il loro primo investimento in India. L'investimento di Coinbase Ventures è anche una testimonianza della fiducia che hanno nel modello di business di CoinSwitch Kuber e dell'enorme potenziale che lo spazio crittografico indiano ha da offrire", ha affermato Singhal.

    I piani futuri di CoinSwitch Kuber

    Singhal ha affermato che la startup distribuirà il capitale fresco per aggiungere più classi di attività per gli investimenti sulla sua app. Ma ha rifiutato di rivelare quali saranno queste classi di attività. Inoltre, sta anche lavorando per aggiungere supporto ai clienti istituzionali per utilizzare l'app, ha affermato. La startup, che mira ad accumulare oltre 50 milioni di utenti, afferma che sta anche cercando di assumere diversi ruoli all'interno dell'azienda, inclusi molti in posizioni di leadership.

    Una delle mosse tipiche che molte delle startup di trading di criptovalute indiane hanno fatto negli ultimi anni è quella di espandersi al di fuori dell'India. Ciò è in parte per compensare eventuali cambiamenti normativi catastrofici in India. Singhal ha affermato che CoinSwitch Kuber continuerà a concentrarsi sugli utenti in India e non ha intenzione di espandersi al di fuori del paese.

    Negli ultimi mesi, diversi ministri indiani hanno parlato negativamente dei potenziali rischi delle criptovalute e hanno suggerito che potrebbero vietare le criptovalute nel paese. Singhal ha affermato che l'impegno che ha avuto con i legislatori è stato fruttuoso e portando così tanti investitori credibili e di alto profilo nello spazio delle criptovalute in India, spera che CoinSwitch sia in grado di sostenere la sua legittimità.

    “Ci sarà una regolamentazione stringente sulle criptovalute? Dovrebbe esserci", ha detto. "Perché in questo momento le criptovalute sono come il selvaggio west."

    Source: https://techcrunch.com/2021/10/06/a16z-coinbase-coinswitch-kuber-first-india-investment/

    Continue Reading

    Trending