Connect with us

Cannabis

Laureando in marijuana? Questo presto potrebbe essere comune mentre le università si adattano a un settore in crescita.

L'UC Riverside è la prima università pubblica della California a offrire corsi di cannabis a credito attraverso il suo programma di estensione, con altri college che cercano di seguirne l'esempio….

Published

on

Vuoi esperienza pratica nella coltivazione della marijuana, ma non hai idea di come ottenere una pianta? O semplicemente non sei a tuo agio a coltivare cannabis a casa?

Prova l'ortica, che è una pianta lontanamente imparentata con la cannabis e ha modelli di crescita simili.

Questa è solo una delle tante soluzioni alternative che Dana Milstein ha dovuto imparare mentre sviluppava il curriculum per il nuovo programma di estensione della UC Riverside incentrato sulla cannabis, che è il primo programma del suo genere in un'università pubblica in California.

Solo quattro anni fa, agli studenti laureati delle università della California meridionale veniva detto che non potevano fare progetti di ricerca relativi alla cannabis perché gli amministratori erano preoccupati che qualsiasi collegamento al campo potesse danneggiare i finanziamenti federali della scuola e la sua reputazione. Oggi, UC Los Angeles, UC San Diego e UC Irvine hanno tutti centri di ricerca sulla cannabis dedicati.

Tuttavia, non è ancora comune per le università offrire anche corsi di estensione relativi alla cannabis. Ed è ancora meno comune per le università dare crediti per tali classi, come sta facendo l'UC Riverside.

Ma le cifre cambieranno. Oggi, l'industria della cannabis della nazione supporta circa 250.000 posti di lavoro a tempo pieno, secondo a Rapporto 2020 dal gruppo industriale Leafly. Ciò significa che la cannabis ricreativa è legale in 15 stati e la cannabis medicinale legale in 34 stati. Dato che i Democratici attualmente controllano il Congresso e la Casa Bianca, c'è una reale possibilità che la cannabis possa presto essere depenalizzata o addirittura legalizzata a livello federale – una mossa che amplierebbe drasticamente il denaro e i posti di lavoro che fluiscono nell'industria.

Alla fine del 2019, queste tendenze hanno spinto Eric Latham, direttore dello sviluppo del programma per il programma di estensione dell'UC Riverside, a considerare l'aggiunta di corsi sulla cannabis al catalogo della scuola come un modo per aiutare i residenti della zona a trovare lavori locali ben pagati.

"Con la legalizzazione della cannabis, sembrava proprio un'opportunità in cui il nostro programma potrebbe adattarsi a un bisogno che le persone potrebbero avere", ha detto Latham.

Sviluppo del programma

L'idea non era difficile da vendere agli amministratori di UC Riverside. Latham ha detto che i dirigenti scolastici hanno visto lo stesso potenziale che ha visto lui. E non importa come le persone si sentano riguardo alla cannabis, ha detto che la realtà che si tratta di un settore in rapida crescita significa "è nell'interesse di tutti che abbiamo persone ben formate, che capiscono come funziona un'azienda".

Una manciata di università al di fuori della California offrono corsi di laurea che toccano la cannabis. Dal 2017 la Northern Michigan University offre una laurea in Chimica delle piante medicinali che include la discussione sulla cannabis. Il programma è passato da 10 studenti nel primo anno a 325 studenti quest'anno, secondo il portavoce dell'università Derek Hall.

Alcune altre scuole pubbliche offrono ai minori studi sulla cannabis. Inoltre, alcune scuole private in California hanno corsi di cannabis e gruppi industriali offrono una formazione.

Ma quando Latham ha iniziato a studiare i corsi sulla cannabis, ha detto di non aver trovato alcun esempio di un'università pubblica che offrisse formazione continua orientata alla cannabis, che sono in genere lezioni senza credito rivolte a professionisti che desiderano nuove competenze per aiutare a progredire o fare un perno le loro carriere.

Dato che cos'è un campo di cannabis specializzato e in rapida evoluzione, e con pochi accademici che avevano esperienza nella cannabis, Latham ha rapidamente determinato che sarebbe stata una sfida per l'università creare il proprio programma da zero. Così, l'anno scorso, la UC Riverside è diventata la terza università del paese e la prima in California a collaborare con la società privata Green Flower per sviluppare e insegnare i suoi corsi di cannabis.

Lo sviluppatore veterano del curriculum Milstein, 45 anni, di Newport Beach non aveva alcuna esperienza lavorativa relativa alla cannabis quando Green Flower tre anni fa le chiese di contribuire a creare un rigoroso programma sulla cannabis per le università che avrebbe resistito alla revisione dell'accreditamento. Ma ha avuto un'esperienza personale che ha reso l'idea attraente.

Proprio nel periodo in cui Green Flower l'ha contattata, Milstein aveva iniziato a usare il CBD, un composto non psicoattivo presente nella cannabis, per aiutare a trattare le difficoltà sociali e linguistiche del figlio autistico. La sua esperienza nella ricerca dei bisogni di suo figlio l'ha resa disponibile ad aiutare l'industria della cannabis a svilupparsi in modo ponderato e diventare più credibile per il grande pubblico. Così ha iniziato a lavorare alla creazione del programma educativo che, da agosto, è stato utilizzato alla UC Riverside.

Gli studenti possono scegliere tra quattro corsi di sei mesi incentrati su affari, agricoltura, salute o leggi e politiche sulla cannabis. Tutti i programmi includono un corso accelerato sulla storia, la scienza e lo status giuridico della cannabis, inclusa un'unità sulla giustizia sociale. E costano $ 2.950 ciascuno.

Il programma è interamente online e gli studenti sono in grado di svolgere gran parte del lavoro al proprio ritmo. Guardano video, eseguono letture obbligatorie, rispondono a quiz online e completano progetti pratici che creano un'abilità di cui avranno bisogno per lavorare in quel settore. Gli studenti del corso di agricoltura, ad esempio, progettano spazi di coltivazione e coltivano la propria pianta di cannabis (o l'ortica, se la marijuana non è un'opzione). Nella classe di assistenza sanitaria, gli studenti creano profili di pazienti fittizi; negli affari, descrivono la potenziale catena di fornitura della loro finta azienda.

Nove università hanno ora collaborato con Green Flower, con sede a Ventura, secondo Daniel Kalef, vice presidente dell'istruzione superiore dell'azienda. L'Università di San Diego è stata la seconda scuola della California a salire a bordo. E questo mese, ha detto Kalef, la UC Riverside è stata la prima a offrire crediti universitari per il programma.

Diversi studenti si iscrivono

Finora settantacinque studenti si sono iscritti al programma della UC Riverside. Latham ha detto che il corpo studentesco è diviso equamente tra uomini e donne. Mentre la maggior parte degli studenti ha un'età compresa tra i 25 ei 40 anni, una parte sana – il 13% – è più vecchia. Circa il 90% proviene dalla California e la maggior parte di loro proviene dalle contee di Riverside, San Bernardino, Los Angeles e Orange.

Molti studenti che frequentavano quei corsi non volevano essere identificati, dicendo di temere ancora che qualsiasi legame con la cannabis – che rimane illegale a livello federale – potesse portare uno stigma se scegliessero di lavorare in un campo diverso.

Una studentessa disposta a parlare è Lily Lopez di San Bernardino, che lavora a tempo pieno come tecnico di lavorazione sterile in un ospedale comunitario. La trentacinquenne ha affermato che la cannabis fa parte della sua famiglia da generazioni e crede che abbia il potenziale per aiutare le persone ad affrontare una varietà di problemi fisici, mentali e spirituali. Quindi si è iscritta al programma di estensione della cannabis della UC Riverside per ottenere le basi di cui ha bisogno per sperare un giorno di avviare la propria attività di coltivazione che rappresenta le latine nel settore.

Lily Lopez, in piedi di fronte alla sua casa a San Bernardino sabato 30 gennaio 2021, fa parte del primo gruppo di studenti a prendere lezioni attraverso il programma di estensione dell'UC Riverside sull'industria della cannabis. Lopez spera di avere un'attività che coltiva cannabis per aiutare le persone con la guarigione mentale, fisica e spirituale. (Foto di Mark Rightmire, Orange County Register / SCNG)

"Non ho visto niente di simile", ha detto Lopez, che ha completato il programma aziendale e poi vuole iscriversi al percorso agricolo. "Voglio prendere queste informazioni che ho imparato e usarle davvero con uno scopo per aiutare il resto di questo mondo."

Finora, il corso in agricoltura sta suscitando il maggior interesse, con quasi la metà di tutti gli studenti che si iscrivono a quel programma. Un terzo ha intrapreso la strada degli affari, mentre il 10% si concentra sull'assistenza sanitaria e il 7% sulla legge e le politiche sulla cannabis.

Per Gerald Brown di Fontana, che lavora come analista di sviluppo aziendale nel campo sanitario, la sua unica esperienza nel settore della cannabis è stata quella di investitore. Ha comprato il suo primo stock di cannabis circa cinque anni fa, e sebbene abbia detto di aver perso denaro su quello, ha detto che altri due hanno dato i loro frutti.

Brown aveva seguito un corso di estensione della UC sulla raccolta di fondi quasi 20 anni fa e l'esperienza è piaciuta. Quindi, quando ha visto la UC Riverside offrire un programma commerciale sulla cannabis, il sessantenne è stato uno dei primi ad iscriversi.

Considera il corso un buon investimento, con raccoglitori pieni di informazioni che terrà a portata di mano. E se si presentasse l'occasione giusta, Brown ha detto che prenderebbe in considerazione l'idea di lavorare come analista finanziario per una compagnia di cannabis, con particolare interesse per come la pianta potrebbe aiutare ad alleviare la crisi degli oppioidi.

Le sfide rimangono

Un ostacolo per portare corsi di cannabis nelle università è finanziario. Gli aiuti federali, per ora, potrebbero non essere disponibili per gli studenti perché la marijuana rimane illegale a livello federale.

Questo non è stato un problema per l'UC Riverside, dal momento che il programma di estensione è autofinanziato, con gli studenti che pagano i corsi di tasca propria.

Altre scuole che offrono lezioni di cannabis hanno trovato soluzioni alternative diverse.

Alla Colorado State University Pueblo, che offre un corso di laurea in chimica di biologia della cannabis accreditato, la portavoce dell'università Haley Sue Robinson ha detto che gli studenti lavorano solo con la canapa industriale, un tipo di cannabis che non ha effetti di alterazione della mente ed è legale secondo la legge federale .

Gli studenti del programma di chimica vegetale della Northern Michigan University lavorano solo con tracce di cannabis in laboratorio, che secondo Hall non rappresentano un problema per gli aiuti federali o i finanziamenti. La Northern Michigan University non è stata in grado di organizzare stage con le compagnie di cannabis, tuttavia, a causa dello stato federale della marijuana.

Poiché il programma di estensione della UC Riverside non è finanziato a livello federale, Milstein ha affermato che i tirocini sulla cannabis non dovrebbero essere un problema. Ma alcuni dei piani della scuola – per programmi di stage e tirocinio – sono stati sospesi a causa della pandemia di coronavirus.

Nel frattempo, Kalef ha detto che più università stanno guardando i programmi Green Flower. L'azienda sta anche cercando di aggiungere nuove tracce, come un focus sulla giustizia penale, poiché l'interesse per l'istruzione superiore sulla cannabis continua a crescere.

Il prossimo programma di estensione della cannabis della UC Riverside inizierà il 1 ° marzo, con l'iscrizione in corso ora.

Ma le cifre cambieranno. Oggi, l'industria della cannabis della nazione supporta circa 250.000 posti di lavoro a tempo pieno, secondo a Rapporto 2020 dal gruppo industriale Leafly. Questo è con cannabis ricreativa legale in 15 stati e cannabis medicinale legale in 34 stati. Dato che i Democratici attualmente controllano il Congresso e la Casa Bianca, c'è una reale possibilità che la cannabis possa presto essere depenalizzata o addirittura legalizzata a livello federale, una mossa che amplierebbe drasticamente il denaro e i posti di lavoro che fluiscono nell'industria.

Source: https://www.mercurynews.com/2021/02/01/majoring-in-marijuana-that-soon-could-be-common-as-universities-adapt-to-a-growth-industry/

Cannabis

Ritorni futuri: investire nell'industria della cannabis

Poiché più stati legalizzano l'impianto per uso ricreativo, il settore presenta sia rischi che ricompense…

Published

on

"A lungo termine, se scegli i cavalli giusti nel settore, c'è ancora molta crescita da avere", afferma Matt Bottomley, analista di ricerca azionaria presso Canaccord Genuity a Toronto. Foto di Uriel Sinai / Getty Images)

Dimensione del testo

Diversi anni fa Morgan Stanley ha condotto un sondaggio di oltre 1.000 investitori con un patrimonio netto elevato per vedere se avrebbero investito nella cannabis legale. Ben il 65% ha affermato che probabilmente non avrebbe investito se la cannabis fosse stata legalizzata nei prossimi 12 mesi.

Ma Matt Bottomley, analista di ricerca azionaria presso Canaccord Genuity a Toronto, non sente lo stesso livello di obiezione nei confronti del settore oggi, e per una buona ragione. "Alla fine della giornata, penso che il settore della cannabis negli Stati Uniti alla scadenza sia probabilmente tra gli 80 ei 100 miliardi di dollari di vendite", dice.

Lo stigma una volta associato alla cannabis è diminuito drasticamente e nell'ultimo mese Stati, tra cui New York e Virginia, così come il Messico, lo hanno legalizzato o annunciato piani per farlo.

"Lo vedrai lentamente, nei prossimi anni e decenni la transizione da un mercato di beni di consumo confezionato più tradizionale", afferma Bottomley. Attualmente, le principali aziende statunitensi "stanno facendo tutto in ogni mercato", dice, dalla crescita alla produzione, fino alla creazione di edibili e persino alla vendita al dettaglio in alcuni mercati. Con l'espansione della legalizzazione in tutto il mondo, le grandi aziende farmaceutiche potrebbero cercare di entrarci, cambiando le valutazioni.

Le società di grandi nomi che commerciano negli Stati Uniti come Canopy e Tilray vedono i loro prezzi delle azioni apprezzare quando le notizie sulla legalizzazione arrivano alla notizia. Ma poiché la cannabis è ancora una droga di Tabella I, il che significa strettamente regolamentata dal governo, afferma Bottomley, "i fondamentali non fluiranno necessariamente verso quei tipi di società".

Nel frattempo, le principali società americane come Curaleaf o Trulieve commerciano su borse junior canadesi, meno facilmente accessibili dal mercato globale degli investitori al dettaglio degli Stati Uniti. Pensa che ci sia ancora un'enorme quantità di capitale da investire in questo spazio. Molte aziende, aggiunge, sono anche poco servite da investitori istituzionali.

"A lungo termine, se scegli i cavalli giusti nel settore, c'è ancora molta crescita da avere".

Ecco tre cose che Bottomley dice di tenere a mente quando investe nel settore della cannabis.

Fai il punto sul tuo profilo di rischio

Gli investitori che entrano nel mercato della cannabis devono considerare le loro soglie di rischio. "Tutti i nostri acquisti su azioni di cannabis fino ad oggi sono tutti acquisti speculativi, e abbiamo anche trattenute e vendite", dice Bottomley.

Il settore può essere sede di oscillazioni selvagge dei prezzi in cui per settimane le azioni vanno in una direzione, prima di ruotare e andare dall'altra parte. Se considerano una mossa dal 2% al 3% in un giorno al di fuori della loro soglia di rischio, potrebbe non essere per loro. Soprattutto perché le azioni in "direzioni selvagge" non sono necessariamente legate alla performance dell'azienda.

Bottomley dice che richiede anche molta pazienza. "Devi davvero sentirti a tuo agio su dove ti trovi su quella curva di crescita e quanto lontano dall'apertura dei mercati: vuoi investire il tuo dollaro incrementale per anticipare quella che potrebbe essere una grande spinta al rialzo."

La valutazione è relativa

La cannabis è un settore in cui gli annunci politici sul futuro della legalizzazione possono far muovere le azioni nella stessa direzione, ma gli investitori non possono lasciarsi influenzare da questo. Anche se ogni stock di cannabis si sta muovendo verso l'alto o verso il basso, e il cambiamento sembra uniforme, Bottomley consiglia di esercitare cautela.

Non tutte le aziende produttrici di cannabis sono esposte agli stessi mercati o regioni. Quando guarda le aziende nello spazio della cannabis, dice che è necessario vedere come si trovano nei mercati rispetto al loro gruppo di pari.

Offre l'esempio di una società canadese che negozia a 30 o 40 volte le sue metriche di redditività a termine, o Ebitda (abbreviazione di utili prima di interessi, tasse, deprezzamento e ammortamento), ma che non ha accesso al mercato statunitense o ad altri driver di crescita.

"Preferisco acquistare una società che negozia a un multiplo inferiore a quello, ma che in realtà ha tale esposizione", afferma. "Questa è la prima cosa che guardo quando metto un rating a una qualsiasi di queste società che copro."

Comprendi il team di gestione

Per Bottomley, i team di gestione e le loro filosofie sono particolarmente importanti nell'industria della cannabis. "Abbiamo visto molti buoni casi di studio per enormi storie di successo e molti casi di studio in cui le cose non sono andate così bene", dice.

Prima del Covid-19, Bottomley faceva molte visite in loco, riunendo i team di gestione. Ciò che avvantaggia gli investitori a lungo termine, afferma, sono le società che non sono troppo aggressive con fusioni e acquisizioni, non pagano più del dovuto per le attività e si concentrano sui mercati principali in cui hanno competenze e quote di mercato. Ma questo significa anche avere una buona infrastruttura, come call center per supportare i pazienti per le aziende di cannabis medica, o un'offerta adeguata e una quantità di punti vendita al dettaglio per guadagnare quote di mercato.

"I team di gestione possono essere abbastanza aggressivi rispetto alla loro messaggistica", afferma Bottomley, "e va bene se puoi supportarlo, ma penso che sia qualcosa a cui gli investitori devono prestare particolare attenzione quando scelgono quali operatori vogliono indietro."

"A lungo termine, se scegli i cavalli giusti nel settore, c'è ancora molta crescita da avere".

Source: https://www.barrons.com/articles/future-returns-investing-in-the-cannabis-industry-01619549824

Continue Reading

Cannabis

Stock di cannabis: perché le azioni di TLRY, APHA, OGI, GRWG, SNDL si stanno alzando

Le azioni di cannabis come le azioni SNDL e GRWG stanno aumentando oggi grazie alla notizia che New York aveva legalizzato la marijuana ricreativa….

Published

on

Le scorte di cannabis sono in aumento oggi dopo alcuni commenti dei Democratici al Senato in merito alla legalizzazione. Chuck Schumer e un collegio elettorale di sostenitori della cannabis stanno spingendo per far approvare un disegno di legge federale il prima possibile. Nel frattempo, New York si è unita ai ranghi di Washington e Colorado come il 15 ° stato a legalizzare la cannabis ricreativa.

barattoli multipli di diverse dimensioni che trasportano marijuana

Fonte: Shutterstock

Il leader della maggioranza al Senato Chuck Schumer è secondo quanto riferito, redigere un disegno di legge con il senatore dell'Oregon Ron Wyden e il senatore del New Jersey Cory Booker. Il disegno di legge eliminerà la cannabis dall'elenco delle sostanze controllate. E, sebbene non usi specificamente la parola "legalizzazione", darà agli stati il ​​via libera per redigere la propria legislazione sulla sostanza.

La spinta dei legislatori democratici a redigere una legislazione sulla marijuana arriva di pari passo con l'enorme notizia che New York è ora il quindicesimo stato a legalizzare la cannabis ricreativa. Gov. Andrew Cuomo firma il conto mercoledì mattina e dice che lo stato si aspetta circa 350 milioni di dollari di entrate fiscali annuali dalla legge. La legge elimina anche le condanne relative alla marijuana dai registri. Questa è una grande vittoria per l'equità sociale, date le disparità razziali negli arresti per reati legati alla marijuana. Nel 2020, le persone di colore rappresentavano il 94% di tutti gli arresti. Con questo in mente, il New York Times lo ha riferito 46% delle entrate dalla vendita di cannabis andrà verso le comunità nere e latine di New York.

La legislazione sulla cannabis è una questione di parte di vecchia data all'interno del Congresso. Tuttavia, le leggi sulla legalizzazione stanno passando negli stati rossi come il Montana e il South Dakota. È chiaro che alcuni legislatori stanno iniziando a parlare della cannabis. I democratici vogliono colpire finché il ferro è caldo per ottenere questa legalizzazione tanto attesa.

Come la grande notizia sta aumentando le scorte di cannabis

Tutte queste notizie hanno fatto miracoli per le azioni di cannabis questa mattina. Il settore attendeva da tempo alcune novità in materia di legislazione. Adesso, dove le scorte stavano crollando, ora stanno girando intorno e dando speranza agli investitori.

Alcuni dei grandi vincitori tra le azioni di cannabis oggi includono nomi come Tilray (NASDAQ:TLRY), Aphria (NASDAQ: APHA) er / WallStreetBets Regular Sundial (NASDAQ: SNDL). Altri gainer sono OrganiGram (NASDAQ:OGI) e GrowGeneration (NASDAQ:GRWG).

Il titolo TLRY, una delle aziende in più rapida crescita nel settore della cannabis in questo momento, sta registrando un aumento del 7% dopo la notizia. Questa è una delle migliori scommesse del settore in questo momento. Anche le azioni APHA sono aumentate del 7% ed è una grande scommessa per gli investitori si prepara a fondersi con Tilray. Il titolo SNDL, l'opzione di cannabis scelta da r / WallStreetBets, sta registrando guadagni del 3% dopo tutte queste notizie.

Alla data di pubblicazione, Brenden Rearick non deteneva (né direttamente né indirettamente) alcuna posizione nei titoli citati in questo articolo.

La spinta dei legislatori democratici a redigere una legislazione sulla marijuana arriva di pari passo con l'enorme notizia che New York è ora il quindicesimo stato a legalizzare la cannabis ricreativa. Gov. Andrew Cuomo firma il conto mercoledì mattina e dice che lo stato si aspetta circa 350 milioni di dollari di entrate fiscali annuali dalla legge. La legge elimina anche le condanne relative alla marijuana dai registri. Questa è una grande vittoria per l'equità sociale, date le disparità razziali negli arresti per reati legati alla marijuana. Nel 2020, le persone di colore rappresentavano il 94% di tutti gli arresti. Con questo in mente, il New York Times lo ha riferito 46% delle entrate dalla vendita di cannabis andrà verso le comunità nere e latine di New York.

Source: https://investorplace.com/2021/03/cannabis-stocks-why-tlry-apha-ogi-grwg-sndl-stocks-are-getting-high/

Continue Reading

Cannabis

Mentre New York si muove verso la legalizzazione della marijuana, gli esperti avvertono che potrebbe portare a più overdose nei bambini

La legalizzazione della marijuana a New York potrebbe portare a più overdose nei bambini, dicono gli esperti….

Published

on

Gli esperti dicono che i genitori dovrebbero essere consapevoli dei pericoli del consumo accidentale.

Gli esperti dicono che c'è stato un recente aumento delle esposizioni pediatriche alla cannabis, e gli "alimenti a base di marijuana" stanno sbarcando bambini nei pronto soccorso di tutto il paese.

"Stiamo vedendo queste esposizioni commestibili sempre più spesso nei bambini più piccoli, entrano completamente sedati dopo essere entrati in brownies a una festa o entrando in edibili che appartengono ai loro fratelli adolescenti", ha detto il dottor Payal Sud, il tossicologo medico e associato presidente del pronto soccorso del Glen Cove Hospital.

Secondo uno studio pubblicato dall'American Academy of Pediatrics, le chiamate ai centri antiveleni associate a esposizioni pediatriche involontarie alla cannabis sono aumentate negli Stati Uniti dal 2017 al 2019, in gran parte a causa del consumo accidentale di prodotti commestibili a base di cannabis.

"Un sacco di edibili sembrano proprio come caramelle. Dall'esterno sembrano caramelle e quando le scarti, sono ancora caramelle – ma sono infuse con THC, l'ingrediente attivo della marijuana", ha detto Sud.

Secondo Sud, la cosa pericolosa di questi edibili è che sono fatti per avere un buon sapore. "La gente non sente subito gli effetti", ha detto. "Quindi, quando un bambino li morde, potrebbe finire per mangiare molto di più di una dose tipica e finirà per colpirli tutti in una volta."

Sud ha detto che sebbene la morte per consumo di edibili di marijuana sia estremamente rara, i bambini molto piccoli potrebbero sperimentare un'estrema sedazione, a seconda della dose consumata.

"Ma anche se l'esposizione non si traduce in una fatalità, avere un bambino sottoposto a test e ricovero in ospedale in generale non è privo di rischi", ha detto Sud.

Questa è una tendenza che è stata più notevole negli stati in cui l'uso di marijuana è già legale.

Uno studio pubblicato su JAMA Pediatrics lo ha rivelato in seguito legalizzare la marijuana ricreativa nel 2014, il Colorado ha registrato un aumento medio del 34% dei casi di controllo dei veleni legati alla cannabis all'anno.

"I genitori non dovrebbero essere sorpresi quando vanno a casa dei loro amici, famiglie o vicini e la marijuana viene apertamente usata una volta che è stata legalizzata", ha detto il dottor David Lee, tossicologo medico, medico di medicina d'urgenza e professore in pensione presso Hofstra-Northwell Medical School.

Lee si aspetta che più prodotti a base di marijuana vengano lasciati allo scoperto a casa delle persone perché gli utenti potrebbero non sentirsi più obbligati a nasconderli. Ma sono questi comportamenti che potrebbero aumentare il rischio di esposizione ai bambini.

Secondo gli esperti di tossicologia, i genitori dovrebbero essere consapevoli dei pericoli del consumo accidentale.

"Saresti piuttosto sorpreso dalle alte concentrazioni di THC che un piccolo pezzo di caramella può avere", ha detto la dottoressa Nima Majlesi, direttrice della tossicologia medica allo Staten Island University Hospital e medico di medicina d'urgenza.

Ha detto che a volte non è intuitivo. "In alcuni casi, potresti pensare che una singola dose sia una barretta di cioccolato, ma in realtà, una dose è solo un piccolo pezzo di quella barretta di cioccolato", ha detto Majlesi.

Majlesi ha aggiunto che gli alimenti a base di marijuana dovrebbero essere trattati come qualsiasi altro farmaco tenuto in casa: dovrebbero essere conservati in una cassetta di sicurezza, soprattutto se si hanno bambini piccoli o neonati.

"Pensa a loro come i farmaci per la pressione sanguigna di tua madre e tuo padre", ha detto. "Queste cose sono fatte per sembrare appetitose, ei bambini non ne sanno niente di meglio, quindi rinchiuderle è probabilmente il modo migliore per andare. Incoraggerei quelle precauzioni di sicurezza con tutte le sostanze tossiche in casa."

La dottoressa Stephanie Widmer, un medico di medicina d'urgenza e un collega di tossicologia medica a New York, è un collaboratore della ABC News Medical Unit.

Nota del redattore: questa storia è stata aggiornata per chiarire i commenti di Sud sui possibili effetti dei bambini che mangiano cibi a base di marijuana.

ABC News

Source: https://abcnews.go.com/Health/york-moves-marijuana-legalization-experts-warn-lead-overdoses/story?id=76712674

Continue Reading

Trending