Connect with us

Reti

Navy to Field Early Battle Network “ Project Overmatch '' su Theodore Roosevelt CSG nel 2023

La Marina prevede una futura flotta con navi, sottomarini e aerei con e senza equipaggio che operano in modo disperso e raccolgono una tonnellata di dati per riempire un quadro operativo comune, che i comandanti operativi potrebbero quindi utilizzare, se necessario, per avere il miglior sensore la piattaforma invia i dati di targeting al miglior tiratore ……

Published

on

La USS Theodore Roosevelt (CVN-71) transita nell'Oceano Pacifico il 18 dicembre 2020. Foto della US Navy

La Marina prevede una futura flotta con navi, sottomarini e aerei con e senza equipaggio che operano in modo disperso e raccolgono una tonnellata di dati per riempire un quadro operativo comune, che i comandanti operativi potrebbero quindi utilizzare, se necessario, per avere il miglior sensore la piattaforma invia i dati di targeting al miglior tiratore per attaccare un nemico. L'intera visione, tuttavia, richiederebbe una rete robusta in grado di resistere a un attacco informatico nemico; che potrebbe avere una larghezza di banda sufficiente per gestire video, voce e dati di targeting che vanno e vengono; e potrebbe presentare un'enorme quantità di dati in modo visivo che aiuta i comandanti a prendere decisioni rapide e valide.

Mentre il servizio si avvia per sviluppare una massiccia architettura operativa navale (NOA) – comprese nuove reti, standard e formati di dati, strumenti di gestione delle battaglie e altro – entro la fine del decennio, la prima fetta della torta sarà destinata ai test operativi con il Theodore Roosevelt Carrier Strike Group nel 2023, hanno detto recentemente due ammiragli.

Il capo delle operazioni navali in ottobre diretto L'ammiraglio Doug Small, comandante del Naval Information Warfare Systems Command, a capo del progetto Overmatch, che concentrerà la Marina sullo sviluppo della NOA entro la fine del decennio. Tuttavia, con lo sforzo NOA che ha così tanti pezzi, Small e il suo team di NAVWAR si concentrano maggiormente sul lato delle reti dello sforzo attraverso Project Overmatch e il vice capo delle operazioni navali per i requisiti e le capacità di combattimento (OPNAV N9) Vice amministratore Jim. Kilby e il suo team dello staff OPNAV si concentrano maggiormente sugli aiuti alla gestione della battaglia che i combattenti userebbero.

Un E-2D Advanced Hawkeye, attaccato ai "Greyhawks" dell'Airbourne Command and Control Squadron (VAW) 120, si avvicina al ponte di volo della USS Gerald R. Ford (CVN 78) durante le operazioni di volo il 4 agosto 2020. US Navy Photo

Kilby lo ha annunciato lo scorso autunno, come primo passo dalla sua parte nello sviluppo della NOA, la Marina avrebbe schierato un aiuto alla gestione della battaglia, noto come BMA 2020, sulla USS Carl Vinson (CVN-70).

Più recentemente, Kilby e Small hanno annunciato che una prima iterazione del lato rete sarebbe stata messa in campo con il Theodore Roosevelt Carrier Strike Group nel 2023.

“Quando hai un progetto delle dimensioni di Project Overmatch – una specie di connettere tutto e portare [intelligenza artificiale] e [machine learning] a tutto – devi affrontarlo in modo agile. Quindi il primo passo per noi è stato, suddividiamo questa cosa in parti agili e diamo un'occhiata a come – quali sono le cose su cui stiamo lavorando attualmente ora che possiamo trarne vantaggio e poi crescere da lì ", ha detto Small in fine gennaio a un evento virtuale ospitato dall'American Society of Naval Engineers.
"La prima cosa che vuoi fare è mettere in commercio quello che definiresti un prodotto minimo vitale che le persone possano utilizzare. E impari da esso e mentre sviluppi funzionalità aggiuntive hai almeno qualcosa da cui iniziare. Ed è un insieme di capacità utilizzabili dai militari. Quindi questo è il concetto alla base del prodotto minimo praticabile. Consiste di cose come le reti che vengono introdotte come parte di Overmatch, alcune configurazioni di dispositivi di rete come CANES, alcuni set di aiuti alla gestione e pianificatori e cose del genere, e quindi la definizione di strutture di dati, giusto, per quel primo incremento di capacità. "

Fire Controlman (Aegis) 3rd Class Nia Anderson, da Hampton, Virginia, si erge il supervisore del sistema missilistico guarda nel centro informazioni di combattimento dell'incrociatore missilistico guidato di classe Ticonderoga USS Normandy (CG-60) durante un'esercitazione di guerra anti-aerea su 22 aprile 2020. Foto della US Navy

Small ha aggiunto che non voleva entrare nella sequenza temporale per lo sviluppo e la messa in campo di questo pezzo di Project Overmatch, ma che "ci vorrà del tempo per svilupparlo e poi farlo uscire non appena sarà pronto".

Kilby, in una presentazione il mese scorso a un evento virtuale ospitato dalla Surface Navy Association, ha detto che ci sono quattro pezzi sovrapposti nello sforzo NOA: le reti, che rientrano nel progetto Overmatch; BMA e altri strumenti; standard di dati per consentire incendi di precisione; e un'infrastruttura che si baserebbe su cloud e edge computing.

Kilby ha affermato che la Marina è impegnata nel suo concetto di operazioni marittime distribuite, ma che può funzionare solo se la Marina crea con successo un NOA e sviluppa concetti di operazioni che sfruttano al meglio i vantaggi unici che presenterebbe: decisioni più rapide, sfruttando le informazioni da tutta la flotta, integrazione di risorse con e senza personale e altro ancora.

Ha detto che BMA 20 fornirà un'immagine comune a tutti, dall'ufficiale di volo navale in un E-2D Advanced Hawkeye alla squadra aerea nel centro informazioni di combattimento su un incrociatore.

"È un passo nella giusta direzione, ma abbiamo ancora molta strada da fare", ha detto.

BMA 20 non è stato costruito per allinearsi con il resto del NOA, ma darebbe un'immagine comune che non è disponibile oggi e aiuterebbe la flotta a iniziare a imparare come operare con quel tipo di informazioni a portata di mano degli operatori.

Allo stesso modo, Small ha affermato che la rete messa in campo con il TR CSG non sarà il prodotto finale, ma aiuterà NAVWAR a ottenere feedback sulla flotta per continuare il suo sviluppo.

Un SM-3 Block IIA viene lanciato dalla USS John Finn, un cacciatorpediniere equipaggiato con Aegis Ballistic Missile Defense System, il 16 novembre 2020, come parte del Flight Test Aegis Weapons System-44 (FTM-44). MDA Photo

"Una delle cose fondamentali dello sforzo che stiamo facendo anche qui è: io lo chiamo un design centrato sulla flotta. E così, oltre ad andare alla flotta e dire, 'ehi, quali sono le tue esigenze', cosa che ovviamente abbiamo fatto più e più volte e coordinandoci a livelli tecnici profondi su ciò che è richiesto per i combattimenti di oggi, francamente, abbiamo ha collaborato con altri elementi della flotta per portare effettivamente gli operatori nel laboratorio mentre stiamo facendo lo sviluppo. Quindi, al di là della nozione di [un prodotto minimo vitale] e quando lo spediamo, stiamo effettivamente portando gli operatori nel laboratorio ", ha detto Small all'evento ASNE.
"Quindi, anche oggi, stiamo discutendo con i vecchi come [ufficiali di controllo dell'interfaccia congiunta], giusto. Come farai a gestire questo tipo di rete di reti? E scendendo a quali sono gli strumenti necessari per poter stabilire, mantenere, combattere, difendere una rete di reti. Design molto incentrato sulla flotta, concentrandosi su chi è quello che deve effettivamente prendere quelle informazioni e combatterle e assicurarci di soddisfare tali esigenze all'inizio dello sviluppo e poi durante lo sviluppo per includere tutti i nostri eventi di test, tutti i nostri eventi live-virtuali-costruttivi, tutto il resto. In modo che nel momento in cui otteniamo un [prodotto minimo realizzabile] o qualsiasi prodotto là fuori, il design è stato aiutato dalla flotta prima ancora che esca. Quindi questo è davvero un principio chiave del progetto ".

Small ha detto durante una presentazione separata al simposio SNA che la sfida con lo sviluppo della rete non era solo che doveva includere così tanti diversi tipi di dati dei sensori e di comunicazione da diversi tipi di piattaforme. Ha detto che doveva anche considerare le esigenze generali di larghezza di banda durante le normali operazioni, nonché come dare la priorità solo alle informazioni più importanti durante i periodi in cui la Marina aveva bisogno di tacere e praticare una rigorosa gestione delle firme. La rete dovrà essere abbastanza grande da passare tutte le informazioni quando è necessario, ma anche abbastanza intelligente da ottenere le informazioni di massima priorità a destinazione il più velocemente possibile quando una parte della rete è inattiva a causa di un attacco o di nodi in corso silenzioso per evitare il rilevamento.

La concezione di un artista dell'F-35 che fornisce dati di mira a un missile. Immagine Lockheed Martin

Sebbene la Marina abbia molto lavoro da fare in questo decennio per rendere il NOA una realtà, Kilby si è detto ottimista sulla capacità del servizio di sfruttare il lavoro passato.

"Alcuni di voi sono stati partecipanti attivi nel viaggio da un Aegis Combat System che ha volutamente guidato Aegis su una pista organica, fino ad oggi dove abbiamo un Aegis Combat System che è un membro critico del BMDS che accetta i migliori dati del sensore per chiudere il circuito antincendio. Il sistema di difesa contro i missili balistici è veramente un sistema di sistemi ", ha detto al pubblico dell'SNA.
“Allo stesso modo, Navy Integrated Fire Control è un sistema di approccio sistemico alla difesa aerea. Ingegneri intelligenti e dedicati hanno lavorato sui programmi di registrazione esistenti per fornire una soluzione in cui l'intero sistema è maggiore della somma delle sue parti ".

"Non stiamo iniziando questo viaggio da un inizio freddo: ci stiamo lavorando da tempo. L'introduzione di hardware [commerciale pronto all'uso] in Aegis e lo sviluppo di una libreria di sorgenti comune ci hanno posizionato per fare i passi successivi ", ha aggiunto Kilby.

Source: https://news.usni.org/2021/02/08/navy-to-field-early-project-overmatch-battle-network-on-theodore-roosevelt-csg-in-2023

Reti

La rete di farmacie di InStep Health ottiene la certificazione indipendente per gli standard PoC3 da BPA Worldwide

InStep Health, la società di marketing point-of-care con sede a Chicago che collega i marchi farmaceutici, da banco e di consumo con pazienti, consumatori e fornitori, ha annunciato di aver ottenuto la certificazione indipendente del suo programma Media Display a scaffale in farmacia per la conformità al Guida alla verifica e alla convalida del Point of Care Communication Council (PoC3) dalla divisione iCompli Tech Assurance di BPA Worldwide….

Published

on

CHICAGO, 14 luglio 2021 /PRNewswire/ — Salute al passo, la società di marketing point-of-care con sede a Chicago che collega i marchi farmaceutici, da banco e di consumo con pazienti, consumatori e fornitori, ha annunciato di aver ottenuto la certificazione indipendente del suo programma Media Display a scaffale in farmacia per la conformità al punto di Guida alla verifica e alla convalida del Care Communication Council (PoC3) da Divisione iCompli Tech Assurance di BPA Worldwide.

Verifica del Consiglio per la comunicazione del punto di cura e Sigillo di guida di convalida

Sigillo di guida per la verifica e la convalida del Consiglio di comunicazione del punto di cura

Questo sigillo offre ai nostri clienti l'ulteriore garanzia che i loro messaggi vengano visti – Rob Blazek, SVP, Networks & Analisi

"È stato un piacere lavorare con il team BPA. La loro capacità di seguire la nostra documentazione e comprendere i nostri processi con la stessa rapidità con cui lo hanno fatto è stata impressionante", ha affermato Carrie Heisen, Vice President of Operations, InStep Health. "InStep Health ha sempre rispettato rigidi standard di controllo. Quindi, è confortante sapere che i processi dettagliati che i nostri team operativi adottano per ogni programma di farmacia eseguito sono stati completamente controllati da BPA e convalidati da PoC3".

BPA ha eseguito la certificazione InStep Health in conformità con PoC3 Linee guida. Il processo di certificazione di conformità PoC3 garantisce ai professionisti del marketing e alle agenzie che un fornitore di supporti PoC3 segue le linee guida per la verifica e la convalida.

"Ci congratuliamo con InStep Health per aver ottenuto la convalida di terze parti della loro rete di farmacie Point of Care", ha affermato Richard Murphy, Vicepresidente esecutivo di BPA. "La loro organizzazione ha effettuato investimenti significativi per ottenere questa certificazione e siamo lieti di vedere che la loro dedizione e impegno per la fiducia e la trasparenza sono stati riconosciuti".

InStep Health, fondata nel 2002, ha costruito la propria attività in farmacia sulla fiducia e sulla trasparenza, due capisaldi di questo spazio sacro.

"Per anni, i nostri programmi Media Display della farmacia sono serviti con successo come veicolo per i nostri clienti per comunicare direttamente con i consumatori nel corridoio mentre si trovavano in un momento personale e di benessere mentale. Questa convalida fornisce ai marchi un'ulteriore garanzia che i loro messaggi siano visti", ha affermato Rob Blazek , Vicepresidente senior di reti e analisi di Instep Health RPh.

Il Point of Care Communication Council è stato fondato nel 2013 per sostenere l'uso efficace del canale point of care per far progredire i risultati sanitari e sanitari, garantire che il point of care continui a crescere come segmento vitale e innovativo del marketing sanitario e servire come misura credibile della portata e dei ricavi del settore.

Informazioni su InStep Health. Salute al passo offre una piattaforma completamente integrata per connettere i marchi farmaceutici, OTC e CPG con pazienti, consumatori e fornitori in modi significativi in ​​ogni punto del continuum di salute e benessere.

Offriamo l'unica piattaforma di marketing sanitario leader del settore e completamente integrata che combina la potenza dei programmi di attivazione digitale con una rete proprietaria di oltre 250.000 operatori sanitari, che lavorano in oltre 177.000 uffici e oltre 25.000 farmacie a livello nazionale.

Attraverso le nostre partnership in tutto il settore del marketing sanitario, abbiamo creato oltre 1000 campagne di successo per oltre 250 marchi. Le soluzioni in ufficio, in farmacia e digitali di InStep Health forniscono a pazienti e consumatori le informazioni di cui hanno bisogno per condurre una vita più sana.

Contatto:
Sala stampa InStep Health
Sarah Chidalek, InStep Health
sarah.chidalek@instephealth.com
instephealth.com

Informazioni su BPA in tutto il mondo. BPA in tutto il mondo si occupa di fornire garanzie. Per oltre 80 anni come fornitore di servizi di assicurazione senza scopo di lucro, BPA è stato originariamente creato da inserzionisti, agenzie pubblicitarie e industria dei media per verificare le affermazioni sul pubblico utilizzate nell'acquisto e nella vendita di pubblicità. Oggi, oltre a controllare le affermazioni del pubblico, attraverso il suo servizio BPA iCompli, BPA verifica la conformità a standard governativi, industriali e organizzativi definiti, nonché l'aderenza alle linee guida e alle migliori pratiche sulla privacy, sulla protezione dei dati e sulla sostenibilità. Eseguendo quasi 2.600 audit annuali sui canali dei media in oltre 20 paesi, BPA è una risorsa affidabile per i servizi di conformità e garanzia.

Contatto:
Glenn Schutz, BPA Worldwide
203-447-2873
gschutz@bpaww.com
bpaww.com

Cisione

Cisione

Visualizza i contenuti originali per scaricare i contenuti multimediali:https://www.prnewswire.com/news-releases/instep-healths-pharmacy-network-achieves-independent-certification-to-poc3-standards-from-bpa-worldwide-301334053.html

FONTE InStep Health

Questo sigillo offre ai nostri clienti l'ulteriore garanzia che i loro messaggi vengano visti – Rob Blazek, SVP, Networks & Analisi

Source: https://news.yahoo.com/instep-healths-pharmacy-network-achieves-181600421.html

Continue Reading

Reti

La nuova competizione Food Network sfida i gelatieri a creare nuovi e stravaganti sapori in "Ben & Jerry's: Clash of the Cones"

Sei maestri gelatieri provenienti da tutto il paese sono stati selezionati con cura per un'opportunità irripetibile: creare un gusto di gelato originale di Ben & Jerry's tutto loro….

Published

on

La presentatrice Molly Yeh e i giudici Chris Rivard, Ali Tila e Jet Tila assaggiano il piatto di un concorrente, come visto in `Ben and Jerry's: Clash of the Cones.` (Food Network foto)

L'ospite Molly Yeh e i giudici Chris Rivard, Ali Tila e Jet Tila assaggiano il piatto di un concorrente, come visto in "Ben and Jerry's: Clash of the Cones". (Foto Rete alimentare)

Gio, 8 luglio 2021 22:10

Anteprime lunedì 16 agosto su Food Network e discovery+

√ Presentato da Molly Yeh, lo stunt di quattro episodi include ospiti speciali Kevin Bacon, Chris 'Ludacris' Bridges, Duff Goldman, Buddy Valastro e Ben & Jerry

Sei maestri gelatieri provenienti da tutto il paese sono stati selezionati con cura per un'opportunità irripetibile: creare un gelato dal gusto originale di Ben & Jerry's. "Ben & Jerry's: Clash of the Cones", una nuova competizione in prima serata, debutterà con un episodio speciale di 90 minuti lunedì 16 agosto (21:00 ET/PT), su Food Network e discovery+.

In quattro episodi, la conduttrice Molly Yeh sfida i gelatieri a catturare l'essenza di una celebrità o di un'icona della cultura pop in un nuovo e innovativo gusto di gelato, ispirato alla direzione data dalla celebrità stessa. In ogni episodio, i concorrenti utilizzano un laboratorio di gelati appositamente costruito nei terreni della fabbrica Ben & Jerry's a Waterbury, nel Vermont. Dopo aver inventato le loro creazioni, i concorrenti sono scesi in strada per far votare al pubblico il loro gusto preferito, con il vincitore che si guadagna l'immunità dall'eliminazione.

I giudici Jet e Ali Tila e il "Flavor Guru" di Ben & Jerry Chris Rivard determinano quale concorrente ha avuto meno successo, mandando a casa quella gelatiera e quel sapore al famigerato "Ben & Jerry's Flavor Graveyard".

“Gli spettatori si aspettano una corsa fantasiosa e divertente, osservando come questi talentuosi gelatieri creano i sapori originali di Ben & Jerry, basati sull'ispirazione di alcune delle più grandi star del pianeta nel campo del cibo, della musica e del cinema. Questo è lo spettacolo perfetto per tutta la famiglia per riunirsi e guardare quest'estate", ha affermato Courtney White, presidente di Food Network e Cooking Channel.

Le ispirazioni delle celebrità includono l'icona hip-hop e attore Chris "Ludacris" Bridges, Duff Goldman e Buddy Valastro di Food Network e l'attore Kevin Bacon. I gelatieri competono per avere la possibilità di impressionare i co-fondatori di Ben & Jerry, Ben Cohen e Jerry Greenfield, per il primo premio di $ 20.000, l'esatto importo che Ben e Jerry speravano di guadagnare nel loro primo anno di attività. Il vincitore avrà anche l'opportunità di far assaggiare il proprio sapore ai fan durante un evento nella propria città natale.

I fan possono vedere la serie su Food Network e guardare in streaming su scoperta+ con nuovi episodi disponibili settimanalmente, a partire dal 16 agosto.

"Abbiamo fatto alcune pinte negli ultimi 40 anni", ha detto Cohen.

"Siamo entusiasti di vedere cosa escogitano questi talentuosi concorrenti, rimanendo fedeli ai pezzi euforici e ai turbinii per cui Ben & Jerry's è noto", ha aggiunto Greenfield. "Sarà fantastico!"

Nel primo episodio, sei concorrenti di gelati sono sfidati a iniziare il loro viaggio alla fine, quando devono far risorgere i sapori dal "Cimitero dei sapori di Ben & Jerry" da utilizzare nelle loro creazioni. Quindi, Bacon sfida i concorrenti a creare un sapore a suo nome che incorpori fino a sei gradi di ingredienti. Altri episodi mostrano i gelatieri che creano sapori dopo i dessert preferiti di Ludacris, oltre a preparare da zero i classici biscotti per sandwich con gelato. E guarda cosa succede quando i concorrenti basano i loro gusti di gelato sulle star di Food Network Buddy e Duff.

Nel finale, gli ultimi tre maestri gelatieri incontrano le leggende, mentre Cohen e Greenfield rivelano la loro sfida finale.

Tutto ciò che i concorrenti devono fare è seguire la strada di Ben & Jerry: essere creativi. Divertiti. Fai un ottimo gelato. Che vinca il sapore migliore. Guarda quale fantasioso dolcetto congelato screma la concorrenza e porta a casa i soldi freddi.

I fan possono controllare le maniglie di Facebook, Instagram e Twitter di Food Network per dare un'occhiata più da vicino al sapore vincente di ogni settimana. Inoltre, Jet e Ali Tila reinventeranno gli iconici gusti di gelato di Ben & Jerry come dessert. Partecipa alla conversazione per tutta la stagione usando #ClashOfTheCones.

Source: https://www.wnypapers.com/news/article/current/2021/07/10/147290/new-food-network-competition-challenges-ice-cream-makers-to-create-new-outrageous-flavors-in-ben-jerrys-clash-of-the-cones

Continue Reading

Reti

Google potrebbe lavorare per competere con la rete di localizzazione dei dispositivi di Apple

Dai un'occhiata a queste ultime notizie da Business Standard: Google potrebbe lavorare per competere con la rete di localizzazione dei dispositivi di Apple….

Published

on

Google potrebbe lavorare per competere con la rete di localizzazione dei dispositivi di AppleBusiness Standard|12 ore fa

L'anno scorso, 2.352 dipendenti sono stati pagati di più "in quasi tutte le categorie demografiche", secondo Google. (Foto: Bloomberg)

(Foto: Bloomberg)

Gigante tecnologico americano Google potrebbe lavorare per trasformare i telefoni Android in una mente alveare in grado di trovare dispositivi smarriti, in modo simile a quanto fa la rete Trova la mia di Apple.

Secondo The Verge, un interruttore per questa nuova funzionalità è apparso di recente in una versione beta di Google Play Services, con un codice che fa riferimento alla capacità dei telefoni di aiutare a localizzare altri dispositivi, segnalando potenzialmente che i telefoni Android potrebbero presto diventare più facili da trovare.

La pagina di supporto di Google afferma che l'attuale sistema Trova il mio dispositivo può trovare solo telefoni accesi, dotati di segnale dati o Wi-Fi e con servizi di localizzazione abilitati.

In questa fase iniziale, non è chiaro quale, se del caso, di queste limitazioni la funzione di rete di inoltro, apparentemente chiamata Spot, risolverebbe, ma quando si cerca un telefono smarrito, qualsiasi vantaggio è buono da avere.

Secondo Mashable, esiste anche un'impostazione che consentirebbe agli utenti di disattivare la funzione, in modo che il loro telefono non aiuti a individuare altri dispositivi.

Date le informazioni limitate, non è chiaro se la rete Trova il mio dispositivo sarà in grado di trovare cose diverse dai telefoni, come la rete Trova il mio di Apple o la rete Trova Galaxy di Samsung. Poiché si tratta di un codice decompresso da una versione Beta, è possibile che queste modifiche non vengano mai visualizzate in una versione pubblica effettiva.

In particolare, Google ha altri progetti che prevedono l'utilizzo di una rete di telefoni Android, come la sua funzione di rilevamento dei terremoti. Sebbene l'implementazione sia diversa, il concetto sottostante è probabilmente molto simile.

Ci sono più di 3 miliardi di dispositivi Android attivi, che è una grande folla da cui reperire informazioni, che si tratti dei dati dell'accelerometro o della posizione di un telefono smarrito.

(Solo il titolo e l'immagine di questo rapporto potrebbero essere stati rielaborati dallo staff di Business Standard; il resto del contenuto è generato automaticamente da un feed in syndication.)

Business Standard si è sempre adoperata per fornire informazioni e commenti aggiornati sugli sviluppi che interessano l'utente e che hanno implicazioni politiche ed economiche più ampie per il paese e il mondo. Il tuo incoraggiamento e il tuo feedback costante su come migliorare la nostra offerta hanno solo rafforzato la nostra determinazione e il nostro impegno verso questi ideali. Anche durante questi tempi difficili derivanti dal Covid-19, continuiamo a rimanere impegnati a tenervi informati e aggiornati con notizie credibili, punti di vista autorevoli e commenti incisivi su temi di attualità e di attualità.
Tuttavia, abbiamo una richiesta.

Mentre combattiamo l'impatto economico della pandemia, abbiamo ancora più bisogno del tuo supporto, in modo da poter continuare a offrirti più contenuti di qualità. Il nostro modello di abbonamento ha visto una risposta incoraggiante da parte di molti di voi che si sono iscritti ai nostri contenuti online. Più abbonamenti ai nostri contenuti online possono solo aiutarci a raggiungere gli obiettivi di offrirti contenuti ancora migliori e più pertinenti. Crediamo in un giornalismo libero, equo e credibile. Il tuo supporto attraverso più abbonamenti può aiutarci a praticare il giornalismo in cui ci impegniamo.

Sostieni il giornalismo di qualità e iscriviti a Business Standard.

Editor digitale

Prima pubblicazione: domenica 20 giugno 2021. 17:58 IST

Source: https://www.magzter.com/news/395/2631/062021/41d0n

Continue Reading

Trending