Connect with us

Reuters

Robinhood afferma che ha temporaneamente frenato l'acquisto di alcuni titoli poiché i requisiti di deposito sono aumentati di dieci volte

Il broker online Robinhood, uno dei luoghi più caldi nella frenesia del commercio al dettaglio di questa settimana, ha affermato di aver posto restrizioni temporanee all'acquisto su un piccolo numero di titoli poiché i requisiti di deposito obbligatori per le azioni di compensazione per le azioni sono aumentati di dieci volte….

Published

on

FILE FOTO: L'app Robinhood viene visualizzata su uno schermo in questa illustrazione fotografica il 29 gennaio 2021. REUTERS / Brendan McDermid / Illustrazione

(Reuters) – Il broker online Robinhood, uno dei luoghi più in voga nella frenesia del commercio al dettaglio di questa settimana, ha affermato di aver posto restrizioni temporanee all'acquisto su un piccolo numero di titoli poiché i requisiti di deposito obbligatori per le azioni di compensazione per le azioni sono aumentati di dieci volte.

"… l'importo richiesto che dovevamo depositare presso la stanza di compensazione era così elevato – con singoli titoli volatili che rappresentavano centinaia di milioni di dollari in requisiti di deposito – che abbiamo dovuto adottare misure per limitare l'acquisto di quei titoli volatili per garantire potremmo comodamente soddisfare le nostre esigenze ", si legge in un post sul blog venerdì.

L'app gratuita e semplice da usare di Robinhood l'ha resa popolare tra una nuova generazione di piccoli commercianti e le sue restrizioni di giovedì hanno suscitato forti reazioni da parte di politici e celebrità di alto profilo.

Gli investitori al dettaglio che utilizzano Robinhood e altre app hanno guidato il cosiddetto "rally di Reddit" che ha spinto verso l'alto le azioni di GameStop Corp e altre società sostenute sulle piattaforme di social media tra cui Reddit, provocando pesanti perdite per i grandi hedge fund che avevano ridotto le azioni.

Reportage di Rama Venkat a Bengaluru; Montaggio di Raju Gopalakrishnan

solo per telefono per tablet verticale in alto per tablet orizzontale in alto per desktop in largo per desktop ampio

Source: https://www.reuters.com/article/us-retail-trading-robinhood-deposits-idUSKBN29Z08Z

Reuters

Evergrande non rispetta la scadenza del pagamento, l'unità EV avverte della crisi di cassa

L'unità di auto elettriche di China Evergrande ha avvertito venerdì che avrebbe dovuto affrontare un futuro incerto a meno che non avesse ricevuto una rapida iniezione di denaro, il segno più chiaro che la crisi di liquidità dello sviluppatore immobiliare sta peggiorando in altre parti della sua attività….

Published

on

  • Evergrande non rispetta la scadenza per il pagamento degli interessi sui titoli in dollari
  • Alcuni obbligazionisti non sono stati pagati – fonti
  • La società ha un periodo di grazia di 30 giorni prima dell'insolvenza delle obbligazioni
  • PBOC inietta contanti nel sistema bancario; Cadono le azioni di Evergrande

SINGAPORE/SHANGHAI, 24 settembre (Reuters) – L'unità di auto elettriche della Cina Evergrande ha avvertito venerdì di dover affrontare un futuro incerto a meno che non ottenesse una rapida iniezione di denaro, il segno più chiaro finora che la crisi di liquidità dell'immobiliare sta peggiorando in altre parti della sua attività .

Evergrande (3333.HK) deve 305 miliardi di dollari, è a corto di liquidità e gli investitori temono che possa rappresentare un collasso rischi sistemici al sistema finanziario cinese e riverberano in tutto il mondo.

L'azienda questa settimana ha mancato una scadenza per il pagamento di un'obbligazione in dollari e il suo silenzio sulla questione ha lasciato gli investitori globali a chiedersi se dovranno ingoiare grandi perdite al termine di un periodo di grazia di 30 giorni.

China Evergrande New Energy Vehicle Group (0708.HK), nel frattempo, ha affermato che senza un investimento strategico o la vendita di asset la sua capacità di pagare personale e fornitori e veicoli di produzione di massa sarebbe stata colpita.

Il silenzio di Evergrande sul pagamento degli interessi di $ 83,5 milioni di questa settimana contrasta con il trattamento riservato ai suoi investitori nazionali.

Mercoledì, la principale attività immobiliare di Evergrande in Cina ha dichiarato di aver negoziato privatamente con gli obbligazionisti onshore per regolare un pagamento separato di cedole su un'obbligazione denominata in yuan.

"Questo fa parte della tattica di qualsiasi processo di ristrutturazione guidato dal sovrano – tenere le persone all'oscuro o tirare a indovinare", ha affermato Karl Clowry, partner di Addleshaw Goddard a Londra.

"Il punto di vista da Pechino è che gli obbligazionisti offshore sono in gran parte istituzioni occidentali e quindi possono giustamente ricevere un trattamento diverso. Penso che la gente pensi che sia ancora un coltello che cade".

La banca centrale cinese ha nuovamente iniettato liquidità nel sistema bancario venerdì, visto come un segnale di sostegno per i mercati. Ma le autorità hanno taciuto sulla situazione di Evergrande e i media statali cinesi non hanno offerto indizi su un pacchetto di salvataggio.

"Questi sono periodi di inquietante silenzio poiché nessuno vuole correre grossi rischi in questa fase", ha affermato Howe Chung Wan, capo del reddito fisso asiatico presso Principal Global Investors a Singapore.

"Non ci sono precedenti a questo riguardo alle dimensioni di Evergrande… dobbiamo vedere nei prossimi dieci giorni circa, prima che la Cina vada in vacanza, come andrà a finire".

Si prevede che Evergrande sarà una delle più grandi ristrutturazioni di sempre in Cina e le speranze non sono alte per una rapida risoluzione.

Le passività del gruppo cinese HNA impallidiscono in confronto, ma la sua insolvenza è ancora in corso, con creditori che chiedono 187 miliardi di dollari, secondo una fonte a conoscenza dei colloqui. Venerdì, la polizia ha sequestrato sia il presidente dell'HNA che il suo amministratore delegato.

Finora, ci sono stati pochi segnali di stress nei mercati monetari e creditizi, nonché in altre aree che indicassero che il la crisi si stava diffondendo oltre la Cina.

NOMINA CONSULENTI

Evergrande ha nominato consulenti finanziari e ha avvertito del default la scorsa settimana e i mercati mondiali sono scesi pesantemente lunedì tra i timori di contagio, sebbene da allora si siano stabilizzati.

Il enigma per i leader cinesi è come imporre una disciplina finanziaria senza alimentare disordini sociali, dal momento che un crollo di Evergrande potrebbe schiacciare un mercato immobiliare che rappresenta il 40% della ricchezza delle famiglie cinesi.

Gli edifici residenziali in costruzione sono visibili a Evergrande Cultural Tourism City, un progetto sviluppato da China Evergrande Group, a Suzhou, Taicang, provincia di Jiangsu, Cina, 23 settembre 2021. REUTERS/Aly Song

proteste da fornitori scontenti, acquirenti di case e investitori la scorsa settimana ha illustrato il malcontento che potrebbe aumentare nel caso in cui un default scateni crisi in altri sviluppatori.

La Cina è frammentata il mercato immobiliare sta mostrando alcuni segni di tensione, che potrebbe stimolare un'ondata di consolidamento tra le società immobiliari.

Il senior economista cinese di Capital Economics, Julian Evans-Pritchard, ha affermato che la crisi di Evergrande ha avuto un impatto molto maggiore sulla domanda di alloggi di quanto avesse previsto e che le famiglie sono diventate molto più caute, innescando un calo dei prezzi.

“Penso che Evergrande avrà problemi reali. Non credo che il pagamento degli interessi verrà effettuato", ha detto Marc Lasry, CEO di Avenue Capital Group, alla CNBC venerdì. Lasry ha detto di aver venduto le obbligazioni di Evergrande.

I mercati globali venerdì sembravano scossi dal mancato pagamento e dal silenzio normativo.

GIOCA PER TEMPO

Circa 20 miliardi di dollari di debiti di Evergrande sono dovuti all'estero, mentre a casa ci sono rischi per il settore immobiliare cinese e le sue passività si diffondono tra i bilanci bancari e oltre.

Ci sono stati pochi segni di intervento ufficiale. L'iniezione di contanti di 270 miliardi di yuan (42 miliardi di dollari) della Banca popolare cinese questa settimana è la più grande somma settimanale da gennaio e ha contribuito a mettere un freno alle azioni.

La Bloomberg Law ha anche riferito che i regolatori avevano chiesto a Evergrande di evitare un default a breve termine, citando persone anonime che avevano familiarità con la questione.

Il Wall Street Journal ha affermato, citando funzionari anonimi, che le autorità avevano chiesto ai governi locali di prepararsi alla caduta di Evergrande e angoscia è già evidente tra i coetanei di Evergrande.

Alcune banche, assicuratori e banche ombra hanno avviati controlli sulla loro esposizione al settore in difficoltà.

"Siamo preoccupati per le ricadute nell'economia reale e le condizioni di credito più ampie", hanno affermato gli analisti di Societe Generale in una nota. "Più i politici aspettano prima di agire, maggiore è il rischio di atterraggio duro".

Gli analisti di BoFA Global Research, tuttavia, sono tra coloro che credono che i funzionari cinesi saranno in grado di contenere eventuali ricadute di Evergrande.

“La Cina ha sia la volontà che gli strumenti per arginare una crisi immobiliare. Consentire alla crisi di continuare a intensificarsi potrebbe minacciare l'obiettivo chiave della stabilità sociale", hanno affermato in un recente rapporto.

Grafici che confrontano le attività totali, le passività totali e i prestiti totali di Evergrande.

Venerdì le azioni di Evergrande sono scese di circa il 13%, mentre le scorte della sua unità di veicoli elettrici (0708.HK) è sceso del 20% al minimo da quattro anni. Le sue obbligazioni sono scese leggermente e le sue obbligazioni offshore con pagamenti imminenti dovuti, l'ultima volta si trovavano a circa 30 centesimi di dollaro e sono state scambiate poco.

"Ora è chiaro che Evergrande utilizzerà il periodo di grazia di 30 giorni, per vedere se ci sono ulteriori sviluppi o istruzioni da parte del governo", ha affermato Jackson Chan, vicedirettore della ricerca sul reddito fisso presso il portale di ricerca Bondsupermart.

(1$ = 6,4589 renminbi cinese)

Segnalazione di Anshuman Daga e Tom Westbrook a Singapore, Andrew Galbraith a Shanghai e Kirstin Ridley a Londra. Segnalazione aggiuntiva di Clare Jim a Hong Kong. Scritto da Tom Westbrook; Montaggio di Jane Merriman, Jason Neely e Nick Zieminski

I nostri standard: I principi di fiducia di Thomson Reuters.

Il silenzio di Evergrande sul pagamento degli interessi di $ 83,5 milioni di questa settimana contrasta con il trattamento riservato ai suoi investitori nazionali.

Source: https://www.reuters.com/world/china/china-evergrande-bondholders-limbo-over-debt-resolution-2021-09-24/

Continue Reading

Reuters

Il Regno Unito cerca di abbattere le barriere al commercio digitale, afferma il ministro

La Gran Bretagna cercherà di abbattere le barriere al commercio digitale per aiutare le sue aziende a esportare i propri servizi, dirà lunedì il ministro del commercio del paese Anne-Marie Trevelyan….

Published

on

Il Segretario di Stato britannico per il commercio internazionale Anne-Marie Trevelyan cammina fuori Downing Street a Londra, Gran Bretagna, 15 settembre 2021. REUTERS/Hannah McKay/File Photo

LONDRA, 20 settembre (Reuters) – La Gran Bretagna cercherà di abbattere le barriere al commercio digitale per aiutare le sue imprese a esportare i propri servizi, dirà lunedì il ministro del Commercio Anne-Marie Trevelyan, appena nominato.

La scorsa settimana il dipartimento britannico per il commercio internazionale ha pubblicato un rapporto che cerca di prevedere le tendenze del commercio globale fino al 2050, prevedendo che la domanda di servizi digitali raddoppierà nel prossimo decennio.

"Tutti noi dipendiamo dal commercio digitale, ma le aziende britanniche affrontano barriere digitali nei paesi che adottano un approccio protezionistico", dirà Trevelyan in un discorso virtuale alla London Tech Week, secondo estratti avanzati rilasciati dal suo ufficio.

"Voglio che il Regno Unito abbatta queste barriere e apra nuove ed entusiasmanti opportunità per le imprese e i consumatori in modo da poter vedere un miglioramento della produttività, dell'occupazione e della crescita".

Gli accordi commerciali in genere si concentrano sulla rimozione delle barriere commerciali delle merci, ma da quando ha lasciato l'Unione europea, la Gran Bretagna ha cercato di includere accordi sul commercio digitale e standard comuni nei servizi professionali per stimolare la crescita del settore dei servizi.

Trevelyan utilizzerà il suo primo discorso da quando ha assunto il ruolo la scorsa settimana per definire il piano del dipartimento per cercare di plasmare la politica digitale internazionale. Ciò includerà la creazione di una cooperazione sul commercio digitale tramite accordi di libero scambio.

Tra i piani che Trevelyan elaborerà anche una maggiore protezione dei consumatori e della proprietà intellettuale e la promozione dello sviluppo di sistemi di commercio digitale come l'e-contracting.

Il dipartimento, che ha affermato che il settore digitale ha contribuito per 150,6 miliardi di sterline all'economia del Regno Unito nel 2019 e ha impiegato il 4,6% della forza lavoro nazionale, vuole anche renderlo più semplice ed economico per le aziende che utilizzano i dati per commerciare a livello internazionale, sostenendo scambi incrociati gratuiti e affidabili. flussi di dati di confine.

Segnalazione di Kylie MacLellan; Modifica di Nick Macfie

I nostri standard: I principi di fiducia di Thomson Reuters.

"Tutti noi dipendiamo dal commercio digitale, ma le aziende britanniche affrontano barriere digitali nei paesi che adottano un approccio protezionistico", dirà Trevelyan in un discorso virtuale alla London Tech Week, secondo estratti avanzati rilasciati dal suo ufficio.

Source: https://www.reuters.com/world/uk/uk-seeks-break-down-digital-trade-barriers-says-minister-2021-09-19/

Continue Reading

Reuters

Il Brasile rinnova per sei mesi la protezione della tribù amazzonica poco vista

Gli unici due membri maschi conosciuti della tribù Piripkura in Brasile vivono isolati in terre ancestrali delle dimensioni del Lussemburgo nella foresta pluviale amazzonica, resistendo a decenni di invasione da parte di taglialegna e allevatori di bestiame….

Published

on

Un'immagine non datata di due membri maschi della tribù Piripkura durante un incontro con un'unità FUNAI (Fondazione Nazionale Indigena) prima che tornassero a vivere nella foresta amazzonica, nello stato di Rondonia, in Brasile. Survival International/Bruno Jorge/Dispensa via REUTERS

BRASILIA, 17 settembre (Reuters) – Gli unici due membri maschi conosciuti della tribù Piripkura in Brasile vivono in isolamento su terre ancestrali delle dimensioni del Lussemburgo nella foresta pluviale amazzonica, resistendo a decenni di invasione da parte di taglialegna e allevatori di bestiame.

L'agenzia brasiliana per gli affari indigeni Funai ha rinnovato venerdì un ordine di protezione per l'area di 242.500 ettari (599.230 acri) nello stato occidentale del Mato Grosso. Ma la rinnovata tutela durerà appena sei mesi, a differenza delle proroghe triennali concesse per il territorio dal 2008.

Il destino del Piripkura è diventato una prova dei diritti indigeni sotto il presidente di estrema destra Jair Bolsonaro, che ha criticato le riserve per aver dato troppa terra a troppo poche persone e aver bloccato l'espansione dell'estrazione mineraria e dell'agricoltura.

I sostenitori dei diritti degli indigeni avevano premuto per una proroga di tre anni come nei precedenti rinnovi. Il gruppo di avvocati Survival International l'ha definita una "sospensione dell'esecuzione" da parte del governo per valutare le reazioni prima di porre fine del tutto alla protezione.

"Siamo ancora profondamente preoccupati perché il futuro di Piripkura è ancora in bilico, mentre i ladri di terre stanno girando intorno e sono pronti a invadere", ha affermato Fiona Watson, direttrice della ricerca e dell'advocacy di Survival International.

L'ufficio del pubblico ministero brasiliano ha esortato il governo a rinnovare gli ordini di protezione in scadenza per quattro gruppi di indigeni. Ha detto che il Brasile è il paese sudamericano con il maggior numero di indigeni che vivono volontariamente in isolamento, con 114 gruppi avvistati.

Il procuratore federale Ricardo Pael, che ha chiesto una proroga ordinata dal tribunale nel Mato Grosso, ha affermato che dovrebbe essere rinnovata fino a quando il Funai non prenderà una decisione definitiva sulla trasformazione del Piripkura in una riserva tribale ufficiale.

INCONTRI Sporadici

Gli uomini Piripkura, Baita e il nipote Tamanduá, sono stati visti solo negli ultimi anni in incontri sporadici con lo staff del Funai. Non rasati, con i capelli lunghi e nudi, scompaiono rapidamente nella foresta, dove si crede che vivano altri Piripkura.

La sorella di Baita, Rita Piripkura, è stata il contatto degli uomini con il mondo esterno da quando è emersa per sposarsi con un'altra tribù nella vicina riserva di Karipuna.

"Ho paura che vengano uccisi. Ci sono molti estranei laggiù. Potrebbero ucciderli entrambi e non resterà nessuno", ha detto Rita a Survival International in un'intervista registrata, ricordando un massacro del suo popolo per anni fa.

"Gli uomini bianchi sono arrivati ​​all'alba e hanno ucciso tutti. Hanno ucciso nove di noi. La mia famiglia è scappata in canoa", ha detto.

A luglio, il procuratore federale Pael ha ottenuto un'ingiunzione del tribunale per lo sfratto degli agricoltori dalla terra di Piripkura, il territorio più deforestato di qualsiasi popolo amazzonico isolato o contattato di recente. La polizia non ha ancora dato seguito all'ordine.

Gli antropologi affermano che le tribù incontattate dell'Amazzonia non possono sopravvivere senza la loro terra e sono sempre più contrapposte agli invasori armati interessati al bracconaggio, all'agricoltura e all'estrazione mineraria nel loro territorio.

Gli invasori sono diventati più audaci dalle elezioni del 2018 di Bolsonaro, che una volta elogiò il colonnello George Custer in un discorso per il suo ruolo nel ripulire le praterie degli Stati Uniti dagli indigeni.

Sta sostenendo un disegno di legge al Congresso che limiterebbe le rivendicazioni di terra indigena e aiuterebbe ad aprire riserve tribali per l'estrazione commerciale e le piantagioni.

L'ufficio del pubblico ministero ha affermato nella sua dichiarazione che le società minerarie hanno 55 richieste di licenze di prospezione sulla terra di Piripkura che saranno trattenute dall'ordine di protezione per altri sei mesi.

I sostenitori indigeni temono che un mancato rinnovo di tali ordini significherebbe un'eventuale estinzione dei territori protetti.

"Sarà la fine del Piripkura", ha detto Fabricio Amorim, un ex dipendente Funai ora con OPI, una ONG che difende i diritti delle popolazioni indigene isolate e recentemente contattate.

Reporting di Anthony BoadleMontaggio di Brad Haynes e Rosalba O'Brien

I nostri standard: I principi di fiducia di Thomson Reuters.

"Siamo ancora profondamente preoccupati perché il futuro di Piripkura è ancora in bilico, mentre i ladri di terre stanno girando intorno e sono pronti a invadere", ha affermato Fiona Watson, direttrice della ricerca e dell'advocacy di Survival International.

Source: https://www.reuters.com/world/americas/brazil-renews-protection-little-seen-amazon-tribe-six-months-2021-09-17/

Continue Reading

Trending